planimetrie emergenza antincendio

norma UNI ISO 23601:2014 Identificazione di sicurezza – Planimetrie per l’emergenza

La norma UNI ISO 23601:2014 Identificazione di sicurezza – Planimetrie per l’emergenza  stabilisce i principi generali di progettazione delle planimetrie per l’emergenza, che contengono informazioni relative ai presidi antincendio, alle vie di fuga, all’evacuazione e al soccorso degli occupanti l’edificio. Possono essere utilizzate anche dalle forze di intervento in caso di emergenza.
Le planimetrie sono destinate ad essere esposte in aree pubbliche e nei luoghi di lavoro.
La norma non sostituisce i disegni per l’uso da parte dei servizi di sicurezza esterni e neppure i disegni tecnici per l’uso da parte di specialisti.
Le caratteristiche principali delle planimetrie di emergenza (escape plan) sono:
– L’indicazione dell’esatta posizione dell’utilizzatore (voi siete qui);
– L’orientamento dalla posizione dell’osservatore;
– La corretta direzione di esodo utilizzando la freccia;
– Le frecce ed i percorsi di esodo devono essere colorati di verde;
– Il percorso deve essere illuminato per almeno 50 lux con almeno 5 lux in caso di illuminazione di emergenza;
– Le dimensioni devono essere UNI A3 ed UNI A4 nelle singole stanze;
– Deve avere una legenda essenziale e semplice;
– Deve avere un titolo evidente e standardizzato: planimetria di emergenza ;
– Deve indicare il punto di raccolta in una pianta generale (overview plan);
– Nella rappresentazione di uscite lunghe, favorire la percezione della distanza con apposita scala;

La planimetria deve essere posizionata:
– Nei luoghi dove gli occupanti possono conoscere il significato ed acquisire confidenza;
– In ogni piano all’ingresso principale;
– Vicino ad ascensori e scale;
– In ogni stanza, in base alle modalità di occupazione (familiarità, veglia, difficoltà di movimento …);
– Nelle principali intersezioni.

L’informazione e le istruzioni antincendio possono essere fornite ai lavoratori predisponendo’ avvisi scritti che riportino le azioni essenziali che devono essere attuate in caso di allarme o di incendio.
Tali istruzioni, cui possono essere aggiunte delle semplici planimetrie indicanti le vie di uscita, devono essere installate in punti opportuni ed essere chiaramente visibili.
Qualora ritenuto necessario, gli avvisi debbono essere riportati anche in lingue straniere.


La norma indica inoltre alcuni altri spunti:
– icona “IO SONO QUI”
– orientamento spaziale in base al punto di posizionamento planimetria e punto di osservazione
– posizionamento planimetrie su vie di accesso, uscite, ascensori, scale, macchinette del caffé e altri punti strategici, tenendo conto anche delle luci di emergenza in zona
– scala adeguata e dimensione “visibile” A3/A2, anche le scritte
– simboli e disegni uguali a quelli “dal vero” (ad es. l’estintore con il simbolo usato sul cartello)
– indicazione principali elementi architettonici 

ANTINCENDIO – LE NORME UNI PUBBLICATE NEL 2015/2016

In quest’ultimi due anni, UNI ha pubblicato diverse normative riguardanti la sicurezza antincendio.
Riporto l’elenco aggiornato delle norme tecniche emanate, disponibili sul sito UNI Store.
Si tratta di diverse norme tra le quali si evidenzia:
– La traduzione italiana delle nuove norme UNI 12845 riguardanti gli impianti sprinklers
– Le modalità di valutazione del rischio incendio nei macchinari
– I sistemi di allarme vocale.
Planimetrie per l’emergenza
Norma numero : UNI ISO 23601:2014
Titolo : Identificazione di sicurezza – Planimetrie per l’emergenza
Data entrata in vigore : 18 dicembre 2014
Sommario : La presente norma è l’adozione nazionale in lingua inglese della norma internazionale ISO 23601 (edizione febbraio 2009). La norma stabilisce i principi generali di progettazione delle planimetrie per l’emergenza, che contengono informazioni relative ai presidi antincendio, alle vie di fuga, all’evacuazione e al soccorso degli occupanti l’edificio. Tali planimetrie possono essere utilizzate dalle forze di intervento in caso di emergenza.
Le planimetrie sono destinate ad essere esposte in aree pubbliche e nei luoghi di lavoro.
La norma non è destinata a sostituire i disegni per l’uso da parte dei servizi di sicurezza esterni e neppure i disegni tecnico professionali dettagliati per l’uso da parte di specialisti.
Ascensori antincendio
Norma numero : UNI EN 81-72:2015
Titolo : Regole di sicurezza per la costruzione e l’installazione di ascensori – Applicazioni particolari per ascensori per passeggeri e per merci – Parte 72: Ascensori antincendio
Data entrata in vigore : 25 giugno 2015
Sommario : La norma specifica i requisiti in aggiunta o in deviazione rispetto alla UNI EN 81-20 per i nuovi ascensori per passeggeri e per merci, che possono essere utilizzati per fini antincendio e di evacuazione sotto il controllo dei vigili del fuoco.
La norma tratta i pericoli significativi, le situazioni e gli eventi pericolosi relativi agli ascensori antincendio quando sono utilizzati conformemente allo scopo e nelle condizioni previste dall’installatore.
Avvisatori acustici di allarme incendio
Norma numero : UNI/TR 11607:2015
Titolo : Linea guida per la progettazione, l’installazione, la messa in servizio, l’esercizio e la manutenzione degli avvisatori acustici e luminosi di allarme incendio
Data entrata in vigore : 19 novembre 2015
Sommario : La presente linea guida specifica i requisiti relativi alla progettazione, l’installazione, la messa in servizio, la verifica funzionale, l’esercizio e la manutenzione degli Avvisatori Acustici e/o Luminosi secondo la EN 54-23 ed EN 54-3 interconnessi agli Impianti di Rivelazione e Allarme Incendio, così come definiti sulla Norma UNI 9795.
La presente linea guida non tratta i dispositivi di Segnalazione Acustica e/o Luminosa destinati ad impieghi diversi da quelli della segnalazione di allarme incendio e/o non facenti parte dei sistemi previsti nello scopo della Norma UNI 9795.
Valutazione rischi incendio nei macchinari
Norma numero : UNI EN ISO 19353:2016
Titolo : Sicurezza del macchinario – Prevenzione e protezione contro l’incendio
Data entrata in vigore : 25 febbraio 2016
Sommario : La norma specifica i metodi di identificazione del pericolo di incendio associato al macchinario e l’esecuzione di una corrispondente valutazione dei rischi. Essa specifica i principi di base e la metodologia relativa alle misure tecniche per la prevenzione e la protezione contro l’incendio da adottare durante la progettazione e la costruzione del macchinario.
Comportamento ascensori in caso di incendio
Norma numero : UNI EN 81-73:2016
Titolo : Regole di sicurezza per la costruzione e l’installazione degli ascensori – Applicazioni particolari per ascensori per persone e per merci – Parte 73: Comportamento degli ascensori in caso di incendio
Data entrata in vigore : 17 marzo 2016
Sommario : La norma specifica le disposizioni speciali e le regole di sicurezza per garantire il comportamento degli ascensori nel caso di incendio nell’edificio, sulla base di una(delle) segnalazione(i) dal sistema di rilevazione dell’incendio al sistema di comando dell’ascensore(i).
Essa si applica agli ascensori nuovi per persone e per merci con tutti i tipi di azionamento. Tuttavia, essa può essere impiegata come base per migliorare la sicurezza degli ascensori esistenti per persone e per merci.
La norma non si applica agli ascensori che possono essere utilizzati in caso di incendio, per esempio gli ascensori antincendio definiti nella UNI EN 81-72, e agli ascensori utilizzati per l’evacuazione dell’edificio.
Manutentori estintori antincendio
Norma numero : UNI 9994-2:2015
Titolo : Apparecchiature per estinzioni incendi – Estintori di incendio – Parte 2: Requisiti di conoscenza, abilità e competenza del tecnico manutentore di estintori d’incendio
Data entrata in vigore : 10 settembre 2015
Sommario : La presente norma descrive i requisiti relativi all’attività professionale del tecnico manutentore degli estintori d’incendio portatili e carrellati.
Detti requisiti sono identificati con la suddivisione tra compiti e attività specifiche svolte dalla figura professionale in termini di conoscenza, abilità e competenza secondo il quadro Europeo delle qualifiche (EQF). I requisiti sono indicati sia per consentire la valutazione dei risultati dell’apprendimento informale e non formale e sia ai fini di valutazione di conformità delle competenze.
Impianti Sprinkler
Norma numero : UNI EN 12845:2015
Titolo : Installazioni fisse antincendio – Sistemi automatici a sprinkler – Progettazione, installazione e manutenzione
Data entrata in vigore : 1 Marzo 2016 (edizione in lingua italiana)
Sommario : La norma specifica i requisiti e fornisce le raccomandazioni per la progettazione, l’installazione e la manutenzione di impianti fissi antincendio sprinkler in edifici e in insediamenti industriali, ed i requisiti particolari per i sistemi sprinkler. Essa tratta la classificazione dei pericoli, le alimentazioni idriche, i componenti da utilizzare, l’installazione, le prove ed il collaudo del sistema, la manutenzione e l’ampliamento dei sistemi esistenti, ed individua, per gli edifici, le indicazioni costruttive necessarie per garantire una prestazione soddisfacente dei sistemi sprinkler.
Gruppo normative UNI EN 54 – Sistemi rilevazione e segnalazione di incendio
Norma numero : UNI EN 54-27:2015
Titolo : Sistemi di rivelazione e di segnalazione di incendio – Parte 27: Rivelatori di fumo nelle condotte
Data entrata in vigore : 23 aprile 2015
Sommario : La norma specifica i requisiti, metodi di prova e criteri di prestazione per rivelatori di incendio che rivelano il fumo nei canali dell’aria in edifici come parte di un sistema di rivelazione e di segnalazione di incendio o a supporto di un sistema antincendio.
Norma numero : UNI EN 54-26:2015
Titolo : Sistemi di rivelazione e di segnalazione di incendio – Parte 26: Rivelatori per il monossido di carbonio – Rivelatori puntiformi
Data entrata in vigore : 21 maggio 2015
Sommario : La norma specifica i requisiti, metodi di prova e criteri di prestazione per rivelatori puntiformi con sensori per il monossido di carbonio in edifici utilizzati in un sistema di rivelazione e di segnalazione di incendio.
Norma numero : UNI EN 54-12:2015
Titolo : Sistemi di rivelazione e di segnalazione di incendio – Parte 12: Rivelatori di fumo – Rivelatori lineari che utilizzano un raggio ottico
Data entrata in vigore : 21 maggio 2015
Sommario : La norma specifica i requisiti, metodi di prova e criteri di prestazione per rivelatori lineari di incendio che utilizzano un raggio ottico che rivela il fumo mediante l’attenuazione e/o le variazioni di attenuazione di un raggio ottico, da impiegarsi in sistemi di rivelazione e di segnalazione di incendio installati negli edifici.
Norma numero : UNI EN 54-22:2015
Titolo : Sistemi di rivelazione e di segnalazione di incendio – Parte 22: Rivelatori lineari di calore ripristinabili
Data entrata in vigore : 09 luglio 2015
Sommario : La norma specifica i requisiti, i metodi di prova e criteri di prestazione e fornisce la valutazione e la verifica della prestazione per i rivelatori lineari di calore ripristinabili.
La norma si applica ai rivelatori lineari di calore ripristinabili costituiti da un sensore in fibra ottica, un tubo pneumatico o un cavo del sensore elettrico connesso a un’unità di controllo, direttamente o tramite un modulo di interfaccia, da utilizzare nei sistemi di rivelazione e di segnalazione di incendio all’interno installati all’esterno e all’interno degli edifici e nelle operi civili.
Norma numero : UNI CEN/TS 54-32:2015
Titolo : Sistemi di rivelazione e di segnalazione di incendio – Parte 32: Pianificazione, progettazione, installazione, messa in servizio, esercizio e manutenzione dei sistemi di allarme vocale
Data entrata in vigore : 27 agosto 2015
Sommario : La specifica tecnica fornisce le linee guida per la pianificazione, la progettazione, l’installazione, la messa in servizio, l’esercizio e la manutenzione dei sistemi di allarme vocale all’interno e intorno agli edifici, che trasmettono informazioni per la protezione delle persone in caso di incendio.
Norma numero : UNI EN 54-28:2016
Titolo : Sistemi di rivelazione e di segnalazione di incendio – Parte 28: Rivelatori lineari di calore non ripristinabili
Data entrata in vigore : 17 marzo 2016
Sommario : La norma specifica i requisiti, i metodi di prova e i criteri prestazionali per rivelatori lineari di calore non ripristinabili e contiene le disposizioni per la valutazione della verifica di consistenza di prestazione.
La norma si applica ai rivelatori lineari di calore non ripristinabili costituiti da un elemento sensibile che impiega un cavo del sensore elettrico che può essere connesso all’unità di controllo del sensore sia direttamente sia attraverso un modulo di interfaccia a un controllo e attrezzatura indicata da utilizzare nei sistemi di rivelazione e di segnalazione incendio. L’elemento sensibile non ripristinabile prevede una temperatura di soglia d’allarme fissata e non distingue tra un circuito breve e una condizione di allarme.


Servizi online sicurezza sul lavoro

 

Safety Shop



Risorse Inserite sul Sito di Testo Unico Sicurezza dot Com

Ultimi Inserimenti sul sito:
Testo unico sicurezza 81-2008 versione desktop compatibile Windows Mac e Linux
Semiotica Bombole 2019
Linea guida uman 2019 Rev. 6.2019
Regione Lombardia D.g.r. 31 luglio 2019 - n. XI/2048
OT23 2020 ex OT24 INAIL
Interpello N. 5 / 2019
Prevenzione e Protezione CEM
POP, regolamento 2019/1021 In vigore dal 15 luglio
protezioni da utilizzare in atmosfera esplosiva.
Linee di indirizzo 2019 su ondate di calore e inquinamento atmosferico
Linee Guida per la raccolta e lo smaltimento di piccole quantità di Manufatti Contenenti Amianto
Linee Guida per incidenti che coinvolgono auto elettriche-ibride
Modifica 2019 alla regola tecnica sulle strutture ricettive all'aperto
La gestione della sicurezza nelle cave a cielo aperto
Il primo soccorso nei lavori in quota
Schede Analisi Infortuni
Medico competente e promozione delle pratiche vaccinali nei luoghi di lavoro.
La protezione attiva antincendio
fAQ STRESS LAVORO CORRELATO
criteri di valutazione R ambiente per pavimenti in fibre di amianto
CALCOLO MICROCLIMATICO ONLINE ISO 11079
Ambienti Moderati Severi Cadi/Freddi
Effetti sulla salute dei sistemi di illuminazione che utilizzano diodi emettitori di luce (LED)
Opuscolo in lingua cinese
Quando si può sbarcare in quota dalla Ple?
Formazione per operatori di carrelli industriali semoventi senza sedile
Decreto dirigenziale n. 189 del 29 maggio 2019
test di autovalutazione sicurezza aziendale
La manutenzione per la sicurezza sul lavoro e la sicurezza nella manutenzione
Rimozione in sicurezza delle tubazioni idriche interrate in cemento amianto
Interpello n. 4/ 2019
scale portatili secondo il testo Unico sicurezza
Chek List "SCALE PORTATILI"
Verifica periodica Idroestrattori, carrelli semoventi a braccio telescopico, piattaforme di lavoro autosollevanti su colonne e ascensori e montacarichi da cantiere
Prezzario Regionale 2019 Regione Emilia Romagna
Prezzario 2019 Regione Marche
Prezzario 2019 ANAS
Linea Guida 2019 Per la corretta manutenzione dei sistemi antincendio
verifica periodica su Impianti di messa a terra e impianti di protezione contro le scariche atmosferiche
Sicurezza per le macchine e L'essenziale per la riduzione del rischio
Lista di controllo Vibrazioni sul lavoro
Lista di controllo cantieri edili con bonifica di amianto in word+slide powerpoint seminario
Corsi sulla sicurezza e attestati falsi
installazione videosorveglianza sui luoghi di lavoro
Guida ai servizi di verifica di attrezzature, macchine e impianti
servizi di certificazione e verifica di impianti e apparecchi si richiedono on line attraverso il servizio CIVA inail
Valori degli indici di Sinistrosità Med
Revisione 2019 delle tariffe Inail
EBook Rischio Chimico e cancerogeno
decreto del 12 aprile 2019 del Ministero dell'Interno contiene modifiche al DM 03/08/2015
Linee guida per l’applicazione delle raccolte ISPESL VSR-VSG-M-S
La resistenza al fuoco degli elementi strutturali
rischio EMC lavoratori portatori di pacemaker
Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro: disponibile la nuova versione di APRILE 2019
Funi per apparecchi di sollevamento
normative applicabili e consigli Scaffalature industriali
Interpello n. 3/2019 su formazione e aggiornamento
illuminazione di luoghi di lavoro
responsabilità e obblighi del dirigente scolastico
Calcolatore GVR
GUIDA ADR 2019
MUD 2019
Procedure di sicurezza operazioni con elicottero
Modello editabile word relazione annuale amianto
Etichettatura prodotti disinfettanti
Indicazioni preliminari per la stesura di PEI e PEE
determinazione delle esposizioni sporadiche e di debole intensità (ESEDI) all'amianto
indicazioni-operative-somministrazione-fraudolenta.html
La gestione degli Spazi Confinati nel settore delle costruzioni
Calcolo dell’orario medio Lavoro Notturno
MANUALE DELLA CIRCOLAZIONE DELLE MACCHINE AGRICOLE
Linee guida per la gestione operativa degli stoccaggi negli impianti di gestione dei rifiuti
Database in excel Schede di sicurezza editabili in word sostanze chimiche
Decreto segnaletica stradale 2019
Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Febbraio 2019
Interpello n. 1/ 2019
Elenco incompatibilità tra agenti chimici diversi
classificazione e l'etichettatura delle sostanze notificate e registrate nonché l'elenco delle classificazioni armonizzate
Chiarimenti Ministero Lavoro su Apprendistato e formazione in distacco
app android Decreto 81/2008
Cambia la direttiva 2004/37/CE
Tabella delle voci armonizzate disponibili nell'allegato VI del CLP
Codici statistici delle unità amministrative territoriali 2019
Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Gennaio 2019
Linea guida sulla sicurezza degli impianti elettrici
calcolo degli spettro di risposta sismica NTC 2018
REGISTRO DEI CONTROLLI ANTINCENDIO 2019 IN WORD
SCHEDA TECNICA RESPONSABILI SICUREZZA LASER
Verbalizzazione accertamenti e mezzi di impugnazione
Rischio sismico, idrogeologico e vulcanico Comuni Aggiornata la mappa dei rischi naturali
La bonifica delle coperture in cemento amianto
BONIFICA DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO IN MATRICE FRIABILE
Linea Guida Apparecchi a pressione Tubazioni
Significato frasi pericolo chimico multilingua
Database excel Valore accellerazione massima al suolo comuni italiani
Blocchi Autocad Gratuiti
Prezzario Opere Edili ed Impiantistiche regione Liguria Anno 2019
Prezzario 2019 Regione Sicilia editabile in word
Prezzario 2019 dei Lavori pubblici della Toscana
Prezzario regionale Lombardia edizione 2019
aumentati gli importi delle sanzioni per violazioni in materia di lavoro
Istruzioni per la valutazione della robustezza delle costruzioni
NUOVO DM ANTINCENDIO BOZZA AGGIORNATA A GENNAIO 2019
Scheda per l'analisi di un infortunio in Pdf Editabile, word ed Excel
Sicurezza Dispositivi di attacco rapido per escavatori
Programma didattico per lavoratori temporanei
la prevenzione delle cadute da coperture di edifici Regione Marche 2018
Tabelle Rimborsi chilometrici ACI 2019 Excel
Maternità flessibile dopo la gravidanza
Quiz delle Verifiche di idoneità del Responsabile Tecnico dicembre 2018
Schede sicurezza in word gratuite valutazione dei rischi edili
Raccolta modelli in excel e word Regolamento Generale sulla ProtezioneDei Dati
Movarisch vers. pro 2019 Excel

kit Didattico Rianimazione Cardio Polmonare
Prevenzione incendi alberghi: prorogata la SCIA se l’attività è sospesa o è al di sotto di 25 posti letto
Gli adempimenti sulla sicurezza per gli enti del terzo settore
sicurezza delle caldaie a vapore
Circolare MATTM Prot. 4064 del 15 Marzo 2018
Delibera del Consiglio SNPA. Seduta del 03.10.18 Doc.n. 41/18
UNI/PdR 51:2018 Responsabilità sociale nelle Micro e Piccole Imprese
Dossier sicurezza scuola Inail 2018
Analisi permeazione degli indumenti di protezione chimica
Applicazione MultiVapor ™ Versione 2.2.5
Norme in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro delle strutture destinate per finalità istituzionali a compiti in materia di ordine e sicurezza pubblica
Linee guida europee sul rumore
VAI ALL'ELENCO DELLE NEWS INSERITE IN ORDINE CRONOLOGICO
Risorse e servizi online offerti su Testo Unico Sicurezza dot com:

Tutte le news pubblicate dal 2010 ad oggi
Modelli in word di Documento Valutazione dei Rischi
Modelli in word di Documenti specifici per l'edilizia
Excel a supporto della sicurezza
Modello di Piano Emergenza ed evacuazione in word
Modelli di Duvri in word
Materiale didattico per la formazione
Tutto Excel, calcolo dei rischi specifici
Newsletter Professional
Testo unico sicurezza Aggiornato