Piano pandemico - manuale per aziende

Manuale per la preparazione aziendale e tabelle excel

MODELLO DI INFORMATIVA RISCHIO CORONAVIRUS PER UNO STUDIO PROFESSIONALE

Ogni datore di lavoro è tenuto per legge a proteggere i propri dipendenti da un’eventuale infezione causata da micro- organismi pericolosi.

Il presente documento descrive le misure da adottare in caso  di pandemia per proteggere i collaboratori  da un’infezione e mantenere operativa l’azienda. È indirizzato alle piccole e medie imprese (PMI).

Una pandemia (p. es.  una pandemia di influenza) può avere conseguenze notevoli sulle aziende. 

Tuttavia, a differenza di altre situazioni di crisi (p. es.  una calamità  naturale), si preannuncia con un lasso  di tempo maggiore. 

Sotto  il profilo della gestione della continuità operativa (BCM)1 non si tratta  principalmente di un problema medico, ma di un evento che ostacola in maniera impportante il flusso  dei processi aziendali. 

La pandemia rappresenta dunque una sfida in termini di management, che va affrontata con un approccio globale tenendo conto  degli aspetti tecnici,  organizzativi e medici.
 
Il presente  manuale contiene raccomandazioni per le PMI affinché predispongano un piano di continuità operativa per la propria azienda.  Intende aiutarle a garantire la continuità delle funzioni operative centrali in una situazione di crisi complessa, sovrare- gionale e di durata  molto ampia.  Tuttavia, il manuale non vuole essere una guida esaustiva o generale alla pianificazione  della continuità aziendale. A tale scopo esistono pubblicazioni specifi- che o servizi forniti dalle ditte di consulenza aziendale

Il presente manuale descrive le principali misure organizzative, preventive e igieniche  da adottare per limitare la diffusione dell’infezione  tra i collaboratori  e garantire le funzioni aziendali nonostante i numerosi casi di malattia  previsti.  

In particolare sono descritte le misure che consentono di valutare  la situazione e raggiungere uno standard di preparazione minimo per una piccola azienda.

Il presente manuale è destinato in primo luogo alle PMI che finora si sono  occupate poco o solo a grandi linee della pianificazione  in caso  di pandemia. Si tratta  di un documento di lavoro concepito per la direzione  aziendale o per l’unità amministrativa della PMI  e di altri processi di gestione. 

Il suo  scopo è aiutare  a elaborare un piano aziendale specifico per la prepara- zione e la gestione di una pandemia. 

Se l’azienda dispone già di strutture di gestione della continuità operativa, la preparazione a una pandemia va integrata nell’organizzazione esistente. Il piano pandemico aziendale può essere inserito  anche nel sistema interno  di gestione della qualità. 

 
●  Scopo  delle misure:
●   protezione della salute: si riduce  il rischio di contagio dei dipendenti;
●  garanzia dell’esercizio: le funzioni centrali dell’azienda  sono assicurate;
●  pianificazione  delle risorse: le unità organizzative dispongono di sufficienti  risorse per poter  svolgere il loro ruolo nella lotta alla pandemia e alle sue  conseguenze;
●  sviluppo delle competenze: i collaboratori  sono  preparati a svolgere i loro compiti in caso  di pandemia.

Misure organizzative
●  Nelle pandemie gravi si ammala fino al 25 per cento della po- polazione.  In totale  le assenze dal lavoro durante un’ondata di pandemia può raggiungere il 40 per cento, tra personale malato e chi è costretto a restare a casa  per accudire altre persone. 

Ne possono derivare  gravi limitazioni o persino interruzioni dell’atti- vità aziendale.
 
●  Ai fini della pianificazione  è necessaria un’analisi delle funzioni interne all’azienda. 

Mediante un apposito catalogo di misure sono garantiti i processi e i prodotti  più importanti (prioritarizzazione/ posteriorizzazione), è identificato il personale potenzialmente esposto (p. es.  gli addetti al servizio di sportello)  e sono  definite le funzioni indispensabili per l’azienda (funzioni chiave). Inoltre sono  individuate  e colmate eventuali lacune.
 
●  Le soluzioni per far fronte  a un tasso di assenze elevato devono essere definite  prima dell’arrivo di una pandemia di influenza.
 
●  La riduzione  del personale disponibile  può limitare la produttività di un’azienda. Prima dell’arrivo della pandemia occorre pertanto decidere a quali prodotti  si può semmai rinunciare  temporaneamente.

Misure in caso di pandemia
Le principali misure non farmacologiche che contribuiscono a contenere una pandemia sono  le seguenti:
 
●   conoscenza delle misure di comportamento personale da adot- tare in caso di pandemia o di sospetta malattia;
 
●   misure individuali per impedire la trasmissione della malattia:
●  lavarsi regolarmente e accuratamente le mani con il sapone, in particolare dopo aver starnutito, tossito o essersi soffiati il naso.  Starnutire o tossire in un fazzoletto di carta o nella piega del gomito;
●   mantenere una distanza di almeno 1 m dalle altre persone (cosiddetto allontanamento sociale, in inglese «social distancing»);
 
●   misure sul posto di lavoro (teleconferenze, telelavoro, modifiche degli spazi di lavoro); 
●   disinfezione delle superfici  contaminate con detergenti normalmente reperibili in commercio; 
●   indossare mascherine igieniche  o mascherine FFP secondo le raccomandazioni vigenti.

Comunicazione
●  I canali e i centri di informazione sono  noti a tutti i collaboratori prima dell’arrivo di una pandemia. 
●  La reperibilità nelle situazioni di crisi è garantita (elenchi  dei nominativi e numeri  di telefono di autorità,  partner, fornitori di servizi, collaboratori,  clienti, media  ecc.). 
●  I collaboratori  sono  informati  sulla pandemia e sulle relative misure da adottare. 
●  I collaboratori  sono  istruiti in merito  ai loro compiti,  alle loro responsabilità e competenze nell’ambito  della gestione aziendale della crisi.

La preparazione aziendale persegue due obiettivi principali molto specifici:

●  ridurre al minimo il rischio d’infezione  sul posto di lavoro, ossia la trasmissione diretta  da persona a persona (p. es.  attraverso tosse o starnuti)  o indiretta  tramite il contatto con superfici contaminate;
 
●   preservare il più possibile l’infrastruttura aziendale e garantire le sue  funzioni chiave per un periodo  di tre mesi  con il 60 per cento del personale (
 
Queste misure sono  parte  integrante della cosiddetta gestione della continuità operativa , un processo di gestione globale che,  attraverso la preparazione mirata di un piano per le situazioni di emergenza e di crisi, intende garantire la stabilità dell’azienda ed evitare  interruzioni della sua attività. Per le fonti e i riferimenti bibliografici si rimanda  all’allegato 6. Il presente manuale per la preparazione aziendale fa parte  del Piano svizzero per pandemia influenzale.


Misure organizzative

Team pandemia
Il team pandemia presenta richieste alla direzione soprat- tutto in merito ai seguenti compiti:
● definizione delle funzioni chiave e delle relative supplenze;
● attuazione delle misure rilevanti per l’esercizio aziendale volte a superare la crisi (p. es. pianificazione delle rinunce, istruzione sul telelavoro, annullamento di riunioni, aumento del grado di occupazione);
● pianificazione, acquisizione e distribuzione di misure fisiche di protezione (p. es. mascherine igieniche);
● organizzazione e finanziamento di una vaccinazione volontaria per i collaboratori.


Il team pandemia è inoltre responsabile di:
● stabilire un contatto con i fornitori esterni per garantire la capacità di fornitura;
● assicurare una comunicazione regolare sui cambiamenti e sul decorso della pandemia e sostenere l’attuazione delle misure igieniche raccomandate
.

Collaboratori
I collaboratori:
 
●   seguono le raccomandazioni dell’UFSP e dell’azienda inerenti alle misure igieniche e alla malattia e informano i propri familiari; 
●   sostengono e attuano le istruzioni del team pandemia; 
●  notificano  al datore di lavoro le assenze per malattia  ogni giorno entro  una determinata ora; 
●   informano il datore di lavoro su eventuali casi di malattia  pres- so i propri familiari.

Il team pandemia assolve funzioni direttive  e di gestione dei pro-cessi in seno all’azienda.
 
Qualora  esista già uno stato maggiore di crisi, i compiti del team pandemia possono essere svolti da quest’ultimo. Il lavoro del team non comprende soltanto la gestione della crisi, ma inizia già in anticipo  con la pianificazione,  la preparazione e l’acquisto  di ma- teriale  necessario in caso  di pandemia influenzale,  possibilmente sfruttando le basi per la pianificazione  già esistenti.
 
Il team pandemia dovrebbe essere composto preferibilmente da persone che svolgono le funzioni riportate qui di seguito. 

A seconda delle dimensioni dell’azienda, determinate  funzioni possono essere svolte  dalla stessa persona o si può addirittura   rinunciare ad alcune  di esse.
SCARICA LA TABELLA IN EXCEL COMPOSIZIONE TEAM PANDEMIA


Riorganizzazione dei processi di lavoro
In linea di principio, l’organizzazione durante una pandemia deve discostarsi il meno possibile dall’organizzazione usuale. 

Poiché bisogna attendersi un’elevata percentuale di assenze, i compiti indispensabili per garantire il funzionamento dell’azienda e gli schemi di sostituzione devono essere definiti accuratamente. 

Si raccomanda di tenere conto  anche della situazione familiare dei collaboratori e dei possibili obblighi di assistenza che ne possono derivare (p. es. cura di familiari malati, custodia di figli in età pre- scolastica e scolastica in caso di chiusura di asili o scuole ecc.).

Per esempio possono essere adottate le seguenti misure:
 
●  garanzia delle sostituzioni (soprattutto per le funzioni chiave e per i collaboratori  ad alto rischio di assenza, per esempio a causa di malattia  o di cura di familiari);
 
●  rinuncia alle attività non urgenti  e non assolutamente necessarie; 
●   compensazione delle assenze dal lavoro: aumento del grado di occupazione, sospensione delle ferie; 
●   trasferimento di personale, reclutamento di personale supplemen- tare, ad esempio pensionati o collaboratori  a tempo parziale; 
●   allestimento di numeri  di accesso/di accesso remoto alla rete informatica dell’azienda; 
●   allestimento di linee telefoniche (numeri gratuiti) per i contatti con i collaboratori,  i clienti e i fornitori.

Catalogo delle funzioni
Ai fini della pianificazione è necessaria un’analisi precisa delle singole funzioni interne all’azienda. 

In particolare è indispensabile pianificare le rinunce  a specifiche prestazioni, a seconda della situazione del personale.
 
In tale ambito occorre chiarire le seguenti questioni: Quali sono le funzioni/i processi interni all’azienda
 
●  a cui non si può rinunciare  (funzioni chiave,  processi centrali)
●  che possono essere svolti soltanto nei locali dell’azienda  ed escludono la possibilità  del telelavoro (p. es.  tramite Internet, telefono, fax)
●  che vengono svolti da persone che hanno  un contatto diretto con altre persone (p. es.  servizio di sportello, servizio esterno, strutture di ristorazione, viaggi ecc.)?
●  che possono essere svolti in gran parte  mediante telelavoro(p.es.  collaboratori  dell’amministrazione)?
●  a cui si può temporaneamente rinunciare  e che consentono eventualmente un trasferimento del personale 
●  che possono essere svolti da altre ditte esterne all’azienda(outsourcing)

SCARICA LA TABELLA EXCEL DEL CATALOGO DELLE FUNZIONI


Telelavoro
I presupposti tecnici necessari per il telelavoro devono essere verificati ed eventualmente creati.  

Occorre inoltre stabilire  gli orari di lavoro e garantire la reperibilità dei collaboratori.  

Il lavoro svolto da casa  necessita di un coordinamento particolare.
SCARICA LA TABELLA EXCEL DEGLI STRUMENTI TECNICI PER IL TELELAVORO


Pianificazione delle rinunce nella produzione
In caso di pandemia, la riduzione del personale disponibile limita la produttività di un’azienda. 

Occorre quindi decidere per tempo a quali servizi, processi e funzioni si può semmai rinunciare tem- poraneamente.

SCARICA LA TABELLA EXCEL DELLE RINUNCE DI PRODUZIONE


Esame delle funzioni esterne
Poiché  di solito l’attività dell’azienda  dipende dai fornitori esterni e dai clienti, è necessario includere nella pianificazione  anche un’analisi dei fornitori e dei clienti. 

Per prevenire una mancanza di forniture  di materie prime,  sussidiarie e di consumo, la gestione della catena di approvvigionamento deve  essere integrata nella gestione della continuità operativa

Se i fornitori critici non dispongono di un piano di BCM o un piano pandemico, è opportuno incoraggiarli ad allestirne uno. 

Dovrebbe inoltre essere garantita l’autonomia per un periodo  esteso acqui- stando una maggiore quantità di materiale da produzione (p. es. pezzi di ricambio).


SCARICA LA TABELLA DI ESAME DELLE FUNZIONI ESTERNE (FORNITORI/CLIENTI)

Misure interne all’azienda

Misure personali non farmacologiche
● Igiene delle mani, misure di igiene personale
● Allontanamento sociale
● Disinfezione
● Misure fisiche di protezione in caso di rischio elevato d’infezione

Igiene delle mani, misure di igiene personale
Le misure di igiene contribuiscono a rallentare la diffusione degli agenti patogeni. Le principali misuredi igiene personale sono le seguenti:
● lavarsi regolarmente e accuratamente le mani con acqua e sapone
● non toccare bocca, naso o occhi né propri né di altre persone;
● disinfettare le mani con un disinfettante ;
● lavarsi le mani dopo aver tossito, starnutito o essersi soffiati il naso;
● se possibile, starnutire o tossire in un fazzoletto di carta o semmai nella piega del gomito;
● usare fazzoletti di carta usa e getta, da smaltire nella spazzatura dopo l’uso.

In linea di massima è sufficiente lavarsi spesso le mani con il sapone. 

L’impiego di un disinfettante per le mani nelle aziende può però essere utile quando le possibilità di lavarsi le mani sono limitate. 

Per esempio si può fornire ad ogni collaboratore un flacone ricaricabile di disinfettante per le mani o installare appositi dispenser in luoghi strategici. 

Le aziende che impiegano disinfettanti per le mani devono istruire adeguatamente i propri dipendenti sull’impiego corretto di tali prodotti

Allontanamento sociale
Adottando misure di allontanamento sociale, volte ad aumentare la distanza interpersonale, è possibile ridurre la probabilità che l’agente patogeno si trasmetta da persona a persona. 

Si tratta in particolare di:
 
●  restare a casa  se si manifestano sintomi  di influenza  (febbre superiore ai 37 °C e tosse, mal di gola o disturbi respiratori); 
●  non stringersi la mano  per salutarsi; 
●  mantenere una distanza di almeno 1 m dagli altri; 
●  evitare  gli assembramenti di persone.
 
In azienda va valutata l’adozione delle  seguenti misure:
 
●   contatti interpersonali:
●  ridurre le visite e la comunicazione sociale;  preferire la posta elettronica, il telefono, le videoconferenze;
●  evitare  i viaggi e i colloqui non strettamente indispensabili e disdire incontri, workshop, corsi di perfezionamento ecc.;
●  rinunciare  alle strette di mano. 
●  Colloqui indispensabili con altre persone:
●  limitare il più possibile la durata  del colloquio;
●   scegliere un locale grande e mantenere una distanza di alme- no 1 m tra i partecipanti al colloquio;
●  evitare  i contatti diretti e le strette di mano;
●   se possibile, svolgere il colloquio all’aperto. 
●   Assembramenti di persone sul posto di lavoro:
●   sospendere gli orari fissi di entrata e di uscita  dal lavoro;
●   se possibile, organizzare i turni in modo  da evitare sovrapposizioni;

●  evitare  per quanto possibile di prendere l’ascensore;

●   chiudere le caffetterie e i ristoranti  per il personale;

●  rinunciare  a eventi  comuni.
 
Posta aziendale:
●   provvedere affinché  la posta in entrata sia distribuita  da un addetto appositamente designato (occorre  nominare anche un sostituto) e non venga  ritirata da diverse persone in un luogo centrale;
●  lasciare la posta in uscita in un luogo designato senza contatto con le persone;
●  l’incaricato alla distribuzione della posta deve  lavarsi le mani ogni ora con il sapone.
 
●  Tragitto per andare al lavoro:
●   rispettare le raccomandazioni comportamentali emanate dalle autorità  e dalle aziende di trasporto;
●  tenere conto  di eventuali problemi  di trasporto nel tragitto  per andare al lavoro, a causa di limitazioni del servizio dei trasporti pubblici o di un aumento del traffico privato;
●   se possibile, andare al lavoro a piedi o in bicicletta.

Misure fisiche di protezione

Adottando misure fisiche di protezione è possibile ridurre il rischio d’infezione  per i collaboratori  ad alto rischio infettivo.  

Il datore di lavoro o il team pandemia definisce quali collaboratori  devono adottare questi provvedimenti. Le persone con funzioni ad alto rischio  infettivo sono ad esempio:
 
●  persone a stretto contatto con i clienti, come il personale addetto alla cassa o al servizio di sportello; 
●   personale di sicurezza a contatto con altre persone; 
●   personale di pulizia; 
●   personale addetto allo smaltimento dei rifiuti.

Anche se applicate in modo  appropriato, le misure fisiche non garantiscono una protezione totale. I collaboratori devono essere ade- guatamente istruiti sull’applicazione corretta di misure di protezione supplementari. 

Inoltre il materiale di protezione va smaltito in modo da evitare la contaminazione dell’ambiente circostante e da non creare un ulteriore pericolo per il personale di pulizia.
 
Possibili misure fisiche di protezione:
 
●  plexiglas o schermi/barriere di protezione impermeabili tra i clienti e il personale;
 
●  le mascherine igieniche (mascherine chirurgiche ) hanno  un’efficacia protettiva tendenzialmente bassa per chi le indossa. 

Servono soprattutto a proteggere le altre persone (effetto protettivo collettivo). 

Pertanto l’impiego di una mascherina igienica non viene raccomandato a livello generale. È tuttavia da considerare opportuno nei luoghi in cui non è possibile evitare un elevato pericolo di diffusione del virus , come in caso di assembramenti di persone o di contatto con i clienti. 

Le situazioni in cui occorre indossare mascherine igieniche potranno essere definite precisamente soltanto una volta che l’agente pandemico e le sue caratteristiche specifiche di trasmissione saranno noti. 
 
e mascherine protettive sono  utili ed efficaci soltanto se vengono impiegate in modo  corretto e osservando anche le altre misure di igiene raccomandate, in particolare il lavaggio delle mani.
 
●  le mascherine di protezione respiratoria  servono innanzitutto a proteggere da infezioni chi le indossa. 

Sono destinate a coloro che sono  esposti professionalmente a persone malate, per esempio negli ospedali, e non vengono prese in considerazione in queste procedure;

 Igiene dell’ambiente circostante

I locali devono essere arieggiati  a intervalli regolari aprendo sia le finestre sia le porte.  

In caso  di pandemia non è necessario spegnere gli impianti di aerazione.
 
Pulizia
Durante la pandemia, la pulizia dei locali deve  continuare ad essere effettuata come al solito. 

È sufficiente pulire con un detergente normalmente reperibile  in commercio le superfici  e i pavimenti lavabili. 


Gli oggetti e le superfici che vengono toccati spesso (p. es. banchi di vendita  o tastiere di bancomat) vanno individuati e puliti con maggiore frequenza.
 
Comportamento in caso di malattia

Alla comparsa di sintomi  influenzali restare a casa  o lasciare  al più presto il posto di lavoro per evitare  di diffondere ulteriormente la malattia. 

Prendere contatto con il medico di famiglia o con la hotline regionale. 

La malattia  va curata  a casa  fino alla guarigione. 


Acquisizione di materiale

Il materiale igienico, i disinfettanti, le mascherine protettive e altre misure fisiche di protezione devono essere predisposti prima dell’arrivo di una pandemia.
Per stimare il fabbisogno di materiale occorre determinare il rischio d’infezione dei collaboratori:


Materiale igienico
Vanno predisposte scorte sufficienti di sapone, salviette monouso, secchi per la spazzatura con coperchio e sacchi di plastica.

Disinfettanti
Se un’azienda ha deciso di impiegare disinfettanti, è necessario disporre di scorte sufficienti. 

Per ogni disinfezione delle mani sono necessari circa 3 ml di disinfettante. 

I disinfettanti a base di alcol sono infiammabili e pertanto devono essere conservati con le dovute precauzioni. 


Mascherine igieniche/guanti sanitari
I collaboratori devono essere istruiti sull’uso corretto delle ma- scherine igieniche. 

Sono raccomandate le mascherine chirurgiche di tipo II . 

Anche se, in linea di massima, va rispettata la data di scadenza indicata dal fabbricante, se conservate adeguatamente le mascherine mantengono la loro efficacia anche più a lungo. 

Le mascherine igieniche e i guanti sanitari vengono prodotti prevalentemente in Estremo Oriente, per cui in caso di pandemia bisogna tenere conto di un forte aumento della domanda e delle difficoltà di approvvigionamento. 

Per coprire il fabbisogno determinato da una pandemia è necessaria un’acquisizione tempestiva e la costituzione di scorte.

Barriere e schermi di protezione tra collaboratori e clienti Per ridurre il pericolo di contagio tra i collaboratori a contatto con i clienti (p. es. gli addetti al servizio di sportello), al posto delle mascherine igieniche è possibile installare barriere o finestre in plexiglas o in vetro oppure schermi di plastica, da pulire ogni giorno con un detergente.

SCARICA LA TABELLA EXCEL "Calcolo del fabbisogno di materiale per le persone esposte"

Disinfezione delle mani

In linea di massima è sufficiente lavarsi frequentemente le mani con il sapone. 

Se tuttavia si deci-desse di impiegare un disinfettante per le mani, si raccomanda l’acquisto di un comune disinfettante a base di alcol.

Tutti i disinfettanti autorizzati  e testati contro i virus sono efficaci contro gli agenti patogeni . 

A causa della bassa resistenza dei virus influenzali, i normali disinfettanti a base di alcol sono efficaci nella pulizia delle mani, a condizione che abbiano almeno la seguente composizione:

● 70 – 80 % di etanolo [numero CAS 64-17-5] oppure
● 60 – 80 % di isopropanolo [numero CAS 67-63-0] oppure 1-propanolo [numero CAS 71-23-8]
● miscela al 60 – 80 % di questi due alcol.

Istruzioni
Salvo nei casi di sporcizia visibile, non lavare le mani prima della disinfezione. Spruzzare circa 3 ml di disinfettante (tre spruzzi) nel palmo della mano asciutta e frizionarlo sul resto delle mani come descritto nelle presenti istruzioni. 

È importante disinfettare non soltanto i palmi delle mani ma anche gli spazi interdigitali, lepunte delle dita e i pollici.
1. Versare il disinfettante tra i palmi delle mani e frizionarli

2. Frizionare palmo  su dorso,  invertendo le mani
3. Frizionare palmo su palmo con dita incrociate e divaricate

4. Frizionare il lato esterno delle dita sul palmo  della mano  opposta tenendo le dita intrecciate

5. Ruotare il pollice nel palmo della mano opposta e ripetere invertendo le mani
6. Ruotare alternativamente in senso orario e antiorario  le punte delle dita chiuse sul palmo  della mano  opposta  e ripetere invertendo le mani
7. Lasciare asciugare le mani senza usare l’asciugamano

Mascherine igieniche

Se nell’azienda vengono impiegate mascherine igieniche, si raccomanda l’acquisto di mascherine chirurgiche . 

Possono essere acquistate dai grossisti di dispositivi medici o direttamente dai produttori.
Istruzioni per l’uso
Le mascherine igieniche si inumidiscono circa due ore dopo averle indossate, diventando così meno efficaci. 

Pertanto devono essere sostituite regolarmente. 

Per ottenere la massima protezione è inoltre necessario che la mascherina si adatti bene al viso. 

Deve coprire completamente la bocca e il naso e rimanere comodamente in posizione

Istruzioni:
 
●   posizionare la mascherina sul naso  e sulla bocca  in modo  tale che  la parte  rinforzata si trovi sul dorso  del naso; 
●  far passare l’elastico attorno ad ogni orecchio o legare  i lacci dietro la testa; 
●  coprire  il mento con la parte  inferiore della mascherina. 

Regolare la parte  superiore rinforzata in modo  tale che tutto  il bordo della mascherina aderisca bene alla pelle. 

La mascherina deve  coprire il viso dal dorso  del naso  fino a sotto il mento;
 
●   indossare la mascherina per 2 ore al massimo;
 
●  non scambiare con altre persone le mascherine già indossate;
 
●   cambiare immediatamente le mascherine danneggiate o completamente bagnate;
 
●  lavarsi le mani con il sapone sia prima di indossare la mascherina sia dopo averla gettata;
 
●   smaltire le mascherine usate come rifiuti speciali.

.

Pulizia

È sufficiente pulire normalmente con un detergente le superfici e i pavimenti lavabili 

Quando pulire
La pulizia va effettuata alla fine del lavoro. 

Le postazioni di lavoro utilizzate a turno da diverse persone devono essere pulite alla fine del lavoro o del turno di ogni persona.

Personale di pulizia
In caso di pandemia, per il personale di pulizia aumenta il rischio di infezione. 

Si raccomandano pertanto ulteriori misure di protezione ):

● guanti sanitari;
● camice monouso;
● eventualmente occhiali di protezione (eccetto per chi già porta gli occhiali);
● eventualmente mascherina igienica FFP2/FFP3.

Fatta eccezione per gli occhiali di protezione, dopo l’uso tutto il materiale di protezione deve essere smaltito sul posto di lavoro in secchi appositi. 

I guanti devono essere tolti per ultimi. 

Dopo averli sfilati, è necessario lavarsi immediatamente le mani con il sapone oppure disinfettarle. 

In quest’ultimo caso non lavare le mani prima della disinfezione, poiché il lavaggio riduce l’efficacia del disinfettante . 

Gli occhiali di protezione devono essere lavati con il sapone alla fine del lavoro e usati il giorno successivo dalla stessa persona (occhiali di protezione personali).

Stracci e panni per la pulizia
Dopo ogni uso, gli stracci e i panni riutilizzabili devono essere lavati in lavatrice ad alta temperatura (almeno a 60 °C oppure a 40 °C con detergente) e poi asciugati, oppure utilizzare panni usa e getta.

Devono inoltre essere disponibili in quantità sufficiente.

fonte e release: 3a  edizione  aggiornata: 2019 Suva


documenti gratuiti sicurezza sul lavoro

MESSAGGIO INFORMATIVO SUL NOSTRO SERVIZIO DI NEWSLETTER PROFESSIONAL:

Gli iscritti alla nostra Newsletter Professional hanno accesso all'area condivisione gratuita dove trovare oltre 7000 file gratuiti  utili sulle tematiche prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro e cantieri temporanei e mobili.

Abbonarsi alla nostra newsletter è conveniente e permette di ricevere via mail notizie, approfondimenti,software freeware,documenti in materia di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro...e non solo.

L'iscrizione alla newsletter darà diritto a ricevere le mail contenenti notizie in materia di prevenzione e sicurezza, ad accedere al download del software freeware condiviso gratuitamente con tutti gli iscritti (Trovi il materiale condiviso gratuitamente, Fogli excel utili per la gestione sicurezza, software freeware, Dwg per layout in Autocad,Schede di sicurezza
..Manuali..Approfondimenti...e altro ancora).

L'iscrizione da' diritto anche a particolari scontistiche su vari servizi offerti.

L'iscrizione alla Newsletter Professional non ha scadenze o rinnovi annuali da sostenersi.

MAGGIORI INFORMAZIONI SU COME ISCRIVERSI









Servizi online sicurezza sul lavoro

 

Safety Shop



Risorse Inserite sul Sito di Testo Unico Sicurezza dot Com

Ultimi Inserimenti sul sito:
NOTIZIE E RISORSE SULL'EMERGENZA COVID-19
Testo unico sicurezza 81-2008 versione desktop compatibile Windows Mac e Linux
VALUTAZIONE EXCEL RISCHIO CHIMICO PER LA SALUTE MOVARISCH 2020
Dossier donne 2020
LINEE DI INDIRIZZO PER LA PREVENZIONE DELLA DIFFUSIONE DELLA LEGIONELLA
COVID-19: Indicazioni per il Datore di Lavoro e medico competente
Piano pandemico - manuale per aziende
Sicurezza Lana di vetro e lana di roccia
Protezione antincendio durante i lavori di saldatura
Modulo di richiesta intervento ispettivo INL in caso di violazioni riguardanti il rapporto di lavoro
Istruzioni operative per la dotazione dei dispositivi di protezione individuale
Interpello n. 2/ 2020
ANDAMENTO DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO E DELLE MALATTIE PROFESSIONALI
COVID-19 e protezione degli operatori sanitari
Vademecum per la Gestione del Rischio Coronavirus in ambito lavorativo
FLUSSO GESTIONE COVID-19
Emergenza sanitaria CoronaVirus Covid-19 in Edilizia
Procedura sperimentale per la detreminazione della componente batterica del materiale particolato
DVR Valutazione del Rischio Covid-19 in Excel
MASCHERINE FILTRANTI CORONAVIRUS
Protezione contro i pericoli derivanti dall'esposizione alle radiazioni ionizzanti
COVID-2019. indicazioni sulla gestione dei casi nelle strutture sanitarie, l’utilizzo dei DPI per il personale sanitario e le precauzioni standard di biosicurezza
Slide Decalogo contro il coronavirus covid-19
Aggiornamento dell'Allegato XIV del Reg. REACH
Guida all’adesione e all’applicazione del Contributo Ambientale CONAI 2020
LINEE DI INDIRIZZO PER LA SORVEGLIANZA SANITARIA E IL GIUDIZIO DI IDONEITÀ
Stato di conformità in Italia rispetto ai Regolamenti REACH e CLP
Sicurezza trattamento dei dati personali
Interpello n. 1 del 23 gennaio 2020
Prezzario Regionale 2020 Regione Abruzzo
Prezzario 2020 Regione Basilicata
Analisi sulla sicurezza anche di tipo lavoro-correlato nelle gallerie stradali italiane
Video didattico per aziende attive nel settore delle installazioni elettriche
Linea Guida per la progettazione, l’esecuzione e la manutenzione di interventi di consolidamento
dm n. 24 del 9 gennaio 2020 classificazione del rischio sismico
Pubblicato il nuovo modello OT23
Aggiornamento 2020 delle tabelle contenenti l'indicazione delle sostanze stupefacenti e psicotrope
Decreto 81/2008 Aggiornamento di Gennaio 2020
Tabelle concentrazione di radon presenti in oltre 3500 comuni italiani
Aggiornati i quiz delle verifiche di idoneità per il Responsabile tecnico rifiuti
SARS-CoV-2 “coronavirus” Covid-19
CHECK LIST AUDIT SGSSL IN EXCEL
Mappa Infografica Diffusione Epidenia Virus Covid-19
Strumento in excel per pianificazione delle emergenze sanitarie e della gestione degli eventi.
Prezzario regionale 2020 Regione Lombardia
Prezzario Regionale 2020 Regione Toscana
Riepilogo caratteristiche di pericolo e dei relativi valori limite per la classificazione rifiuti
Video formativo Sovraccarico Biomeccanico
Decreto Sanzioni Fgas
banca dati per la trasmissione digitale delle verifiche periodiche
Proroga antincendio parziale per gli alberghi
Aggiornamento Quiz per il responsabile tecnico rifiuti
Prezzario Regionale 2020 Regione Liguria
Modello Unico di Dichiarazione Ambientale MUD 2020
Applicazione dei Mog nelle Pmi
Strategie di monitoraggio degli inquinanti chimici e biologici.
Tabelle concentrazione di radon presenti in oltre 3500 comuni italiani
Tabelle 2020 Rimborsi chilometrici ACI Excel
Interpello n. 8/ 2019 sulla comunicazione dei dati sulla sorveglianza sanitaria
Allegati tecnici 2019 Regione Lombardia per medi impianti di combustione e altre attività
Registro di esposizione ad agenti biologici
Registro di esposizione ad agenti cancerogeni
Linee di indirizzo Sgsl per l'esercizio parchi eolici
Aggiornamento 2019 del programma didattico per i corsi base di prevenzione incendi.
LINEE DI INDIRIZZO 2019 PER LA FORMAZIONE NELLA PESCA
Focus sui Metodi del Codice di prevenzione incendi
Linea guida per le prestazioni di ingegneria antincendio
Interpello 7/2019 della Commissione per gli interpelli in materia di salute e sicurezza sul lavoro
TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA DELLE LAVORATRICI MADRI
Valutazione del rischio da ordigni bellici inesplosi
Liste di controllo sicurezza in excel Gratuite
TABELLA EXCEL REQUISITI CEM
Lista di controllo carrelli industriali semoventi
Valutazione rischio laser in excel
Rischi per la salute degli addetti alla raccolta dei rifiuti
Direttiva europea 2019 sui dispositivi di protezione individuale (DPI) - Tabella Excel
Esposizione a micotossine aerodisperse
Proposte emendative al Dlgs. 81/2008
Glossario Reach
Versione aggiornata 2019 della Banca dati delle sostanze vietate (in restrizione o autorizzate)
Nuova modulistica Autorizzazione Integrata Ambientale AIA 2019
Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231 Aggiornamento 2019
DECRETO 21 AGOSTO 2019 N. 127
Effetti dell'uso di alcol, droghe e farmaci alla guida
Identificare cause e soluzioni degli infortuni lavorativi
Dm 12 aprile 2019 modifiche al Decreto 3 agosto 2015
Consigli pratici per la prevenzione del dolore alla schiena
Calcolo del rischio UV nelle attività outdoor
Formazione e addestramento per la salute e sicurezza settore spettacoli e dell’intrattenimento
rastrelliere-per-il-trasporto-di-lastre-di-vetro-e-serramenti-sicurezza-lavoro.html
Interpello 6/2019 “Chiarimenti in merito l’obbligo di cui art. 148 comma 1 del D.Lgs. 81/2008”
ESECUZIONE IN SICUREZZA DI LAVORI SU ALBERI CON FUNI
Banca dati in excel delle sostanze chimiche fornite dai fabbricanti e importatori
REACH: aggiornamento elenco in excel delle sostanze soggette ad autorizzazione
infortunio in itinere
Amleto Amianto 2019
Gli incidenti con mezzo di trasporto
Dinamiche infortunistiche in cava
Calcolare in excel la corretta altezza della sedia e scrivania
La valutazione del rischio vibrazioni
RACCOLTA DEI QUIZ DI ESAME ADR 2019
Pacchetti formativi per la formazione degli operatori sull'ADR 2019
Check List varie in materia di sicurezza sul lavoro
Lista di controllo carrelli industriali semoventi
Valutazione rischio laser in excel
Scadenziario in excel formazione lavoratori
Semiotica Bombole 2019
Linea guida uman 2019 Rev. 6.2019
Regione Lombardia D.g.r. 31 luglio 2019 - n. XI/2048
OT23 2020 ex OT24 INAIL
Interpello N. 5 / 2019
Prevenzione e Protezione CEM
POP, regolamento 2019/1021 In vigore dal 15 luglio
protezioni da utilizzare in atmosfera esplosiva.
Linee di indirizzo 2019 su ondate di calore e inquinamento atmosferico
Linee Guida per la raccolta e lo smaltimento di piccole quantità di Manufatti Contenenti Amianto
Linee Guida per incidenti che coinvolgono auto elettriche-ibride
Modifica 2019 alla regola tecnica sulle strutture ricettive all'aperto
La gestione della sicurezza nelle cave a cielo aperto
Il primo soccorso nei lavori in quota
Schede Analisi Infortuni
Medico competente e promozione delle pratiche vaccinali nei luoghi di lavoro.
La protezione attiva antincendio
fAQ STRESS LAVORO CORRELATO
criteri di valutazione R ambiente per pavimenti in fibre di amianto
CALCOLO MICROCLIMATICO ONLINE ISO 11079
Ambienti Moderati Severi Cadi/Freddi
Effetti sulla salute dei sistemi di illuminazione che utilizzano diodi emettitori di luce (LED)
Opuscolo in lingua cinese
Quando si può sbarcare in quota dalla Ple?
Formazione per operatori di carrelli industriali semoventi senza sedile
Decreto dirigenziale n. 189 del 29 maggio 2019
test di autovalutazione sicurezza aziendale
La manutenzione per la sicurezza sul lavoro e la sicurezza nella manutenzione
Rimozione in sicurezza delle tubazioni idriche interrate in cemento amianto
Interpello n. 4/ 2019
scale portatili secondo il testo Unico sicurezza
Chek List "SCALE PORTATILI"
Verifica periodica Idroestrattori, carrelli semoventi a braccio telescopico, piattaforme di lavoro autosollevanti su colonne e ascensori e montacarichi da cantiere
Prezzario Regionale 2019 Regione Emilia Romagna
Prezzario 2019 Regione Marche
Prezzario 2019 ANAS
Linea Guida 2019 Per la corretta manutenzione dei sistemi antincendio
verifica periodica su Impianti di messa a terra e impianti di protezione contro le scariche atmosferiche
Sicurezza per le macchine e L'essenziale per la riduzione del rischio
Lista di controllo Vibrazioni sul lavoro
Lista di controllo cantieri edili con bonifica di amianto in word+slide powerpoint seminario
Corsi sulla sicurezza e attestati falsi
installazione videosorveglianza sui luoghi di lavoro
Guida ai servizi di verifica di attrezzature, macchine e impianti
servizi di certificazione e verifica di impianti e apparecchi si richiedono on line attraverso il servizio CIVA inail
Valori degli indici di Sinistrosità Med
Revisione 2019 delle tariffe Inail
EBook Rischio Chimico e cancerogeno
decreto del 12 aprile 2019 del Ministero dell'Interno contiene modifiche al DM 03/08/2015
Linee guida per l’applicazione delle raccolte ISPESL VSR-VSG-M-S
La resistenza al fuoco degli elementi strutturali
rischio EMC lavoratori portatori di pacemaker
Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro: disponibile la nuova versione di APRILE 2019
Funi per apparecchi di sollevamento
normative applicabili e consigli Scaffalature industriali
Interpello n. 3/2019 su formazione e aggiornamento
illuminazione di luoghi di lavoro
responsabilità e obblighi del dirigente scolastico
Calcolatore GVR
GUIDA ADR 2019
MUD 2019
Procedure di sicurezza operazioni con elicottero
Modello editabile word relazione annuale amianto
Etichettatura prodotti disinfettanti
Indicazioni preliminari per la stesura di PEI e PEE
determinazione delle esposizioni sporadiche e di debole intensità (ESEDI) all'amianto
indicazioni-operative-somministrazione-fraudolenta.html
La gestione degli Spazi Confinati nel settore delle costruzioni
Calcolo dell’orario medio Lavoro Notturno
MANUALE DELLA CIRCOLAZIONE DELLE MACCHINE AGRICOLE
Linee guida per la gestione operativa degli stoccaggi negli impianti di gestione dei rifiuti
Database in excel Schede di sicurezza editabili in word sostanze chimiche
Decreto segnaletica stradale 2019
Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Febbraio 2019
Interpello n. 1/ 2019
Elenco incompatibilità tra agenti chimici diversi
classificazione e l'etichettatura delle sostanze notificate e registrate nonché l'elenco delle classificazioni armonizzate
Chiarimenti Ministero Lavoro su Apprendistato e formazione in distacco
app android Decreto 81/2008
Cambia la direttiva 2004/37/CE
Tabella delle voci armonizzate disponibili nell'allegato VI del CLP
Codici statistici delle unità amministrative territoriali 2019
Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Gennaio 2019
Linea guida sulla sicurezza degli impianti elettrici
calcolo degli spettro di risposta sismica NTC 2018
REGISTRO DEI CONTROLLI ANTINCENDIO 2019 IN WORD
SCHEDA TECNICA RESPONSABILI SICUREZZA LASER
Verbalizzazione accertamenti e mezzi di impugnazione
Rischio sismico, idrogeologico e vulcanico Comuni Aggiornata la mappa dei rischi naturali
La bonifica delle coperture in cemento amianto
BONIFICA DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO IN MATRICE FRIABILE
Linea Guida Apparecchi a pressione Tubazioni
Significato frasi pericolo chimico multilingua
Database excel Valore accellerazione massima al suolo comuni italiani
Blocchi Autocad Gratuiti
Prezzario Opere Edili ed Impiantistiche regione Liguria Anno 2019
Prezzario 2019 Regione Sicilia editabile in word
Prezzario 2019 dei Lavori pubblici della Toscana
Prezzario regionale Lombardia edizione 2019
aumentati gli importi delle sanzioni per violazioni in materia di lavoro
Istruzioni per la valutazione della robustezza delle costruzioni
NUOVO DM ANTINCENDIO BOZZA AGGIORNATA A GENNAIO 2019
Scheda per l'analisi di un infortunio in Pdf Editabile, word ed Excel
Sicurezza Dispositivi di attacco rapido per escavatori
Programma didattico per lavoratori temporanei
la prevenzione delle cadute da coperture di edifici Regione Marche 2018
Tabelle Rimborsi chilometrici ACI 2019 Excel
Maternità flessibile dopo la gravidanza
Quiz delle Verifiche di idoneità del Responsabile Tecnico dicembre 2018
Schede sicurezza in word gratuite valutazione dei rischi edili
Raccolta modelli in excel e word Regolamento Generale sulla ProtezioneDei Dati
Movarisch vers. pro 2019 Excel

kit Didattico Rianimazione Cardio Polmonare
Prevenzione incendi alberghi: prorogata la SCIA se l’attività è sospesa o è al di sotto di 25 posti letto
Gli adempimenti sulla sicurezza per gli enti del terzo settore
sicurezza delle caldaie a vapore
Circolare MATTM Prot. 4064 del 15 Marzo 2018
Delibera del Consiglio SNPA. Seduta del 03.10.18 Doc.n. 41/18
UNI/PdR 51:2018 Responsabilità sociale nelle Micro e Piccole Imprese
Dossier sicurezza scuola Inail 2018
Analisi permeazione degli indumenti di protezione chimica
Applicazione MultiVapor ™ Versione 2.2.5
Norme in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro delle strutture destinate per finalità istituzionali a compiti in materia di ordine e sicurezza pubblica
Linee guida europee sul rumore
VAI ALL'ELENCO DELLE NEWS INSERITE IN ORDINE CRONOLOGICO
Risorse e servizi online offerti su Testo Unico Sicurezza dot com:

Tutte le news pubblicate dal 2010 ad oggi
Modelli in word di Documento Valutazione dei Rischi
Modelli in word di Documenti specifici per l'edilizia
Excel a supporto della sicurezza
Modello di Piano Emergenza ed evacuazione in word
Modelli di Duvri in word
Materiale didattico per la formazione
Tutto Excel, calcolo dei rischi specifici
Newsletter Professional
Testo unico sicurezza Aggiornato