Il subappalto nei lavori pubblici

guida completa ANCE 2021  al subappalto: analizzati i commi dell’art. 105 del Codice Appalti dopo le modifiche introdotte dal decreto Semplificazioni-bis

ANCE

DAL 1° NOVEMBRE IN VIGORE LA DISCIPLINA “A REGIME” INTRODOTTA DAL DECRETO SEMPLIFICAZIONI BIS

Con il vademecum di ANCE 2021 “Il subappalto nei lavori pubblici”, viene prima di tutto evidenziato come le recenti modifiche legislative messe in campo dal Decreto Sblocca cantieri e dal Decreto Semplificazioni-bis forniscano una concreta risposta alle istituzioni europee che, in più occasioni, avevano messo in rilievo la non conformità della normativa nazionale del subappalto rispetto alle direttive comunitarie. L’Europa del resto ha sempre guardato con favore al subappalto, considerandolo un efficace strumento di tutela della concorrenza, strutturato soprattutto per l’accesso delle Piccole e Medie Imprese al mercato degli appalti pubblici.

L’art. 105 del Codice degli Appalti esprime al primo comma, il principio generale di esecuzione diretta degli appalti pubblici da parte dell’affidatario e disciplina – nei commi successivi - l’affidamento a terzi dell’esecuzione di parte delle prestazioni o delle lavorazioni oggetto del contratto di appalto principale. In particolare, a pena nullità, il contratto non può essere ceduto e non può essere affidata a terzi l’integrale esecuzione delle prestazioni o lavorazioni oggetto del contratto di appalto, nonché la prevalente esecuzione delle lavorazioni relative al complesso delle categorie prevalenti e dei contratti ad alta intensità di manodopera.

Il codice prevede altresì che determinate prestazioni che non possano mai essere considerate subappalto. In particolare, l’art. 105, comma 3 del codice, precisa che non si configurano come subappalto, le seguenti categorie di forniture e servizi:

l'affidamento di attività specifiche a lavoratori autonomi (per le quali occorre comunque effettuare una comunicazione alla stazione appaltante);
la subfornitura a catalogo di prodotti informatici;
l'affidamento di servizi di importo inferiore a 20.000,00 euro annui a imprenditori agricoli nei comuni classificati totalmente montani;
le prestazioni rese in favore dei soggetti affidatari in forza di contratti continuativi di cooperazione,servizio e/o fornitura sottoscritti in epoca anteriore alla indizione della procedura finalizzata alla aggiudicazione dell'appalto.
Tali esclusioni sembrerebbero applicarsi a tutte le tipologie di appalto (lavori servizi e forniture), in linea con le esclusioni previste nella disciplina previgente, di cui all’art. 118, ultimo comma del d.lgs. n. 163/2006. Per tali contratti vi è quindi una presunzione che consente alla stazione appaltante di non applicare la disciplina del subappalto prevista dal codice.

INDICE vademecum ANCE 2021

PARTE PRIMA - Introduzione
1. Inquadramento del subappalto
2. Cessione del contratto di appalto
3. Contratti similari
a. Contratti di nolo a caldo e a freddo
b. Fornitura con posa in opera
FOCUS – Fornitura con posa in opera di conglomerato bituminoso
4. Attività che non costituiscono subappalto
a. Affidamento di attività specifiche a lavoratori autonomi
b. Contratti continuativi di cooperazione
c. Subappalto a cascata
5. Subappalto dell’ausiliaria
6. L’Unione europea sui limiti al subappalto
FOCUS – Le sentenze Vitali e Tedeschi della CGUE
7. Limiti quantitativi al subappalto
FOCUS – il Parere ANAC sui nuovi limiti al subappalto “a regime”
Lavorazioni Super-Specialistiche o SIOS
FOCUS – Mancata previsione del periodo transitorio
White List e anagrafe antimafia
8. Indicazione della terna di subappaltatori
FOCUS - La sentenza “TIM S.p.A.” della CGUE – Esclusione terna
9. Subappalto facoltativo e necessario
FOCUS – Soccorso istruttorio e indicazione in gara del subappalto
a. Indicazione del nominativo del subappaltatore necessario
FOCUS –Subappalto necessario e avvalimento (frazionato)
b. Il subappalto necessario negli appalti misti
PARTE SECONDA – Adempimenti a carico dell’appaltatore
1. Condizioni per l’affidamento del subappalto
a. Divieto di affidamento del subappalto ad altro concorrente
b. Qualificazione del subappaltatore
c. Preventiva indicazione dei lavori da subappaltare
d. Assenza dei motivi di esclusione
FOCUS – Verifica del subappaltatore della terna
2. Richiesta di autorizzazione e obblighi dell’appaltatore
3. Rilascio dell’autorizzazione
FOCUS – Autorizzazione del cottimo
4. Importo corrisposto al subappaltatore
FOCUS – Nota INL n. 1507/2021 e il trattamento economico e normativo
a. Inquadramento giuridico dell’obbligo di pagamento diretto
b. I casi di pagamento diretto
c. Congruità della manodopera
d. L’esecuzione del pagamento del subappaltatore
e. Rinuncia al pagamento diretto
5. La tracciabilità dei flussi del subappaltatore
FOCUS – La tracciabilità nei subappalti del sisma
6. D.G.U.E.
7. Banca Dati Nazionale dei Contratti pubblici
FOCUS – La riforma informatica e il futuro dell’AVCpass
PARTE TERZA – Esecuzione subappalto
1. Responsabilità solidale dell’appaltatore
FOCUS – Responsabilità solidale e pagamento diretto
2. Regolarità nelle retribuzioni e dei contributi
FOCUS – Vincolo solidaristico per i dipendenti del sub fornitore
a. Intervento “contributivo” sostitutivo della SA
b. Intervento “retributivo” sostitutivo della SA
3. Le verifiche del direttore dei lavori
4. Il subappalto non autorizzato
5. Emissione dei certificati di esecuzione dei lavori
6. Disposizioni di chiusura
NORMATIVA
Art. 105 (Subappalto)

SCARICA IL DOCUMENTO ANCE 2021

SCARICA LE SLIDE ANCE

REALIZZA IL TUO P.S.C E FASCICOLO DELL'OPERA IN WORD IN POCHI PASSAGGI DIRETTAMENTE IN WORD 


Il P.S.C può essere utilizzato con poche modifiche da professionisti del settore  semplicemente aggiungendo i dati specifici e aggiungendo/Modificando le varie schede fasi lavorative e attrezzature utilizzando direttamente un word processor, ad esempio word di microsoft office.

Il presente Piano di sicurezza e coordinamento ( PSC) è redatto ai sensi dell'art. 100 , c. 1, del D.Lgs. n. 81/08 in conformità a quanto disposto dall'all XV dello stesso decreto sui contenuti minimi dei piani di sicurezza. 
L'obiettivo primario del PSC è stato quello di valutare tutti i rischi residui della progettazione e di indicare le azioni di prevenzione e protezione ritenute idonee, allo stato attuale, a ridurre i rischi medesimi entro limiti di accettabilità. 




Il piano si compone delle seguenti sezioni principali:

identificazione e descrizione dell'opera

individuazione dei soggetti con compiti di sicurezza

analisi del contesto ed indicazione delle prescrizioni volte a combattere i relativi rischi rilevati;

organizzazione in sicurezza del cantiere, tramite:

relazione sulle prescrizioni organizzative;

lay-out di cantiere; (da inserire a vostra cura)

analisi ed indicazione delle prescrizioni di sicurezza per le fasi lavorative interferenti;
coordinamento dei lavori, tramite:

pianificazione dei lavori (diagramma di GANTT da inserire a vostra cura) secondo logiche produttive ed esigenze di sicurezza durante l'articolazione delle fasi lavorative;

prescrizioni sul coordinamento dei lavori, riportante le misure che rendono compatibili attività altrimenti incompatibili;

stima dei costi della sicurezza;

organizzazione del servizio di pronto soccorso,antincendio ed evacuazione qualora non sia contrattualmente affidata ad una delle imprese e vi sia una gestione comune delle emergenze.

Il piano che ne deriva modificando il nostro Esempio editabile in Word, avvalendosi dei testi predisposti , è perfettamente conforme ai requisiti del nuovo Testo unico.


Gli Esempi di Piano di sicurezza e coordinamento sono dei file editabili in word, che voi potrete completare e modificare a piacimento e riutilizzare in altri appalti futuri, inoltre può essere adattato in ogni sua parte secondo le vostre esigenze e rischi presenti in cantiere .

RICHIEDILO ORA

ELENCO DEI FILE E SCHEDE DI SICUREZZA PRESENTI

ReCaptcha

Questo servizio Google viene utilizzato per proteggere i moduli Web del nostro sito Web e richiesto se si desidera contattarci. Accettandolo, accetti l'informativa sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

Google Analytics

Google Analytics è un servizio utilizzato sul nostro sito Web che tiene traccia, segnala il traffico e misura il modo in cui gli utenti interagiscono con i contenuti del nostro sito Web per consentirci di migliorarlo e fornire servizi migliori.

YouTube

I video integrati forniti da YouTube sono utilizzati sul nostro sito Web. Accettando di guardarli accetti le norme sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

Google Ad

Il nostro sito Web utilizza Google Ads per visualizzare contenuti pubblicitari. Accettandolo, si accetta l'informativa sulla privacy di Google: https://policies.google.com/technologies/ads?hl=it