La sicurezza nelle tecnologie additive per metalli

Le tecnologie additive (cosiddette stampanti 3D) si stanno sempre più diffondendo anche nel settore manifatturiero.

Il lavoro pubblicato ha l'obiettivo di fornire un riferimento per l'individuazione e la caratterizzazione dei pericoli specifici presenti nelle attrezzature che adottano la tecnologia Powder Bed Fusion/sintering laser o a fascio di elettroni. Le stampanti 3D inserite in luoghi di lavoro rientrano infatti nel campo di applicazione del d.lgs. 81/08 e s.m.i. che individua, in merito all'uso di attrezzature di lavoro e alla sicurezza dei luoghi di lavoro, specifiche figure e ruoli per l'espletamento di attività volte ad assicurare e mantenere un adeguato livello di sicurezza.

Le tecnologie additive si stanno sempre più  diffondendo anche nel  settore mani- fatturiero ed in particolare nella  lavorazione di materiali di difficile  fusibilità (leghe per  alta  temperatura,  compositi metalloceramici), comportando  la  riduzione  di scarti e sfridi  di lavorazione e il miglioramento dei processi industriali.
Questa connotazione fortemente “manifatturiera” contraddistingue le tecnologie additive oggetto  del  presente  documento da   quelle legate  essenzialmente  al mondo dei “maker” e degli  “artigiani digitali” per  applicazioni di natura ludica e di personal manufacturing condotte a  livello  domestico o  similare, comunemente denominate “stampanti 3D”.
Le macchine che impiegano nei loro processi questa nuova tecnologia, annoverata peraltro tra  le tecnologie abilitanti del Piano Nazionale Industria 4.01, sono inserite in luoghi di lavoro e pertanto rientrano nel  campo di applicazione del  panorama giuridico normativo afferente  la salute e sicurezza sul  lavoro ovvero del  decreto legislativo 9 aprile 2008,  n.  81,  e successive modifiche e integrazioni, di seguito d.lgs.  81/2008. Quest’ultimo individua, in merito all’uso di attrezzature di lavoro e alla sicurezza dei  luoghi di lavoro, specifiche figure e ruoli  (responsabilità) per  l’e- spletamento di attività volte ad assicurare e mantenere un adeguato livello di sicu- rezza per  gli operatori delle  attrezzature e per  gli altri lavoratori. Per  poter assicu- rare quanto richiesto è fondamentale conoscere i pericoli che  caratterizzano  le attrezzature, valutarne i rischi  nonché le  possibili misure  tecnico-organizzative adottabili. In tal senso mentre per  moltissime attrezzature sono disponibili norme tecniche armonizzate di tipo  C2  alla direttiva macchine, per  quelle che  impiegano tecnologie additive ad  oggi non risultano disponibili norme tecniche di riferimen- to.   D’altra   parte si  evidenzia  che   in  ambito ISO  il  comitato TC 261   Additive Manufacturing (AM) ha in programma di realizzare un gruppo di norme nel campo dell’AM aventi come campo di applicazione i relativi  processi, le catene di processo (hardware e software), le procedure di test, i parametri di qualità e gli accordi di fornitura.


Introduzione e scopo
Campo di applicazione
Le tecnologie additive
4.1  Caratteristiche tecniche del powder bed fusion/sintering
4.2  Descrizione del processo per  macchine powder bed
fusion/sintering laser o EBM
5.    Pericoli specifici    
5.1Elementi mobili
5.2Caduta oggetti

Radiazioni e campi
5.3.1   Radiazioni ionizzanti
5.3.2   Radiazioni non ionizzanti
5.3.3   Radiazioni ottiche (laser)

Superfici e materiali caldi

Incendio e esplosione

5.6 Elettricità statica
5.7 Polveri  e gas
5.7.1   Le polveri
5.7.2   Gas inerti
6. Obblighi del  fabbricante
6.1  La valutazione dei rischi
6.2  L’immissione sul mercato
6.2.1   La dichiarazione CE di conformità
6.2.2   La marcatura
6.2.3   Le istruzioni
7.    Obblighi del  datore di lavoro 
7.1  La valutazione dei rischi  
7.2  Gestione dei rischi
7.2.1   I dispositivi di protezione individuale (DPI)
7.2.2   Informazione, formazione e addestramento
8.Obblighi dei  lavoratori
9.Check list
9.1  Check  list a supporto dell’utilizzo  in sicurezza delle  macchine che  adottano TA powder bed fusion/sintering
9.2  Check  list pericoli specifici  


Fonte:Inail – 2020

DOWNLOAD

VAI ALLA CHECK LIST IN EXCEL


MESSAGGIO INFORMATIVO SUL NOSTRO SERVIZIO DI NEWSLETTER PROFESSIONAL:

Gli iscritti alla nostra Newsletter Professional hanno accesso all'area condivisione gratuita dove trovare oltre 7000 file gratuiti  utili sulle tematiche prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro e cantieri temporanei e mobili.

Abbonarsi alla nostra newsletter è conveniente e permette di ricevere via mail notizie, approfondimenti,software freeware,documenti in materia di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro...e non solo.

L'iscrizione alla newsletter darà diritto a ricevere le mail contenenti notizie in materia di prevenzione e sicurezza, ad accedere al download del software freeware condiviso gratuitamente con tutti gli iscritti (Trovi il materiale condiviso gratuitamente, Fogli excel utili per la gestione sicurezza, software freeware, Dwg per layout in Autocad,Schede di sicurezza
..Manuali..Approfondimenti...e altro ancora).

L'iscrizione da' diritto anche a particolari scontistiche su vari servizi offerti.

L'iscrizione alla Newsletter Professional non ha scadenze o rinnovi annuali da sostenersi.






ReCaptcha

Questo servizio Google viene utilizzato per proteggere i moduli Web del nostro sito Web e richiesto se si desidera contattarci. Accettandolo, accetti l'informativa sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

Google Analytics

Google Analytics è un servizio utilizzato sul nostro sito Web che tiene traccia, segnala il traffico e misura il modo in cui gli utenti interagiscono con i contenuti del nostro sito Web per consentirci di migliorarlo e fornire servizi migliori.

YouTube

I video integrati forniti da YouTube sono utilizzati sul nostro sito Web. Accettando di guardarli accetti le norme sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

Google Ad

Il nostro sito Web utilizza Google Ads per visualizzare contenuti pubblicitari. Accettandolo, si accetta l'informativa sulla privacy di Google: https://policies.google.com/technologies/ads?hl=it