valutazione excel adeguatezza misure di tutela applicate cancerogeni Mutageni 

Algoritmo di valutazione in excel dell’adeguatezza delle misure di tutela applicate In riferimento agli agenti cancerogeni/mutageni 


La procedura  si basa sull’analisi ponderata (scelta pesata) di alcuni parametri ritenuti validi indicatori dell’esposizione (stato chimico-fisico del composto o miscela utilizzata,  presenza  di  dispositivi  di  protezione  collettiva,  quantità  utilizzata,  temperatura  di  utilizzo, frequenza di utilizzo e tempo di manipolazione).
In riferimento agli agenti cancerogeni/mutageni per i quali non può essere prevista l’eliminazione, tutti i dati relativi alle mansioni e alle attività, e dispositivi di protezione collettiva, vengono raccolti sinteticamente in una scheda di rilevazione  sottoscritta dal dirigente responsabile del processo.
Al fine di determinare l’efficacia dei sistemi di tutela per l’esposizione ad agenti cancerogeni e mutageni, si prendono in considerazione tutti gli elementi caratterizzanti l’esposizione medesima secondo le linee guida ISPRA che prende in considerazione i seguenti valori:

 
Lcanc livello di efficacia delle misure di tutela 
Pi fattore di efficienza ed efficacia dei dispositivi di protezione collettiva durante l’uso dell’iesimo agente cancerogeno/mutageno 
Ti fattore che dipende dalla temperatura di processo dell’iesima sostanza 
Si fattore stato fisico corrispondente allo stato chimico-fisico dell’iesima sostanza 
Ei fattore di durata corrispondente al tempo di esposizione dell’iesimo agente cancerogeno/mutageno espresso in minuti/giorno
Qi fattore quantità utilizzata corrispondente alla quantità dell’iesimo agente cancerogeno/mutageno adoperato nella singola manipolazione 
Fi fattore frequenza di utilizzo per l’iesima sostanza espresso in giorni/anno

Ai fattori sopra indicati sono assegnati valori proporzionali al grado di pericolosità. È evidente che nel definire tali criteri si è cercato di utilizzare tutte le conoscenze d’igiene del lavoro utili a renderli il più possibile oggettivi e condivisibili. 
Il prodotto dei vari fattori (numero adimensionale) quantifica l’efficacia delle misure di tutela relative alla i- esima sostanza. I valori delle variabili che costituiscono l’algoritmo utilizzato sono di seguito esplicitati. 
P       è il fattore di uso ed efficienza P dei dispositivi di protezione collettiva durante l’uso dell’iesimo agente cancerogeno/mutageno.
T: è un fattore che dipende strettamente dalla massima temperatura di processo dell’iesima sostanza
S       è il fattore stato fisico S e corrisponde allo stato chimico-fisico dell’iesima sostanza.
Q       fattore quantità utilizzata Q corrispondente alla quantità dell’iesimo agente cancerogeno/mutageno adoperato nella singola manipolazione
E       fattore  di  durata  E  corrispondente  al  tempo  di  manipolazione  dell’iesimo  agente  cancerogeno  /
mutageno espresso in minuti/giorno.
F       fattore  frequenza  di  utilizzo  corrispondente  alla  frequenza  di  manipolazione dell’iesima  sostanza espresso in giorni/anno.

Determinando i Livelli d’esposizione complessiva Lcanc per singolo lavoratore:

Lcanc ≥ 1 Necessità di misure di tutela integrative 
Lcanc < 1 Misure di tutela efficaci

Nel caso l’utilizzo di agenti cancerogeni e/o mutageni avvenga in ciclo chiuso, il personale potrà essere considerato non esposto e l’organizzazione dovrà definire delle modalità per mantenere sotto controllo l’efficienza dei sistemi.
In tutti gli altri casi in cui si configura la manipolazione diretta degli agenti, si propone la metodologia di sopra descritta mediante semplice applicativo excel, che ha l’obiettivo di verificare l’efficacia di tutte le misure di tutela messe in atto secondo quanto previsto all’art. 235 del d.lgs. 81/2008, tenendo conto in particolare quanto richiamato al comma 3

Sulla base dei risultati ottenuti, anche nel caso in cui le misure di tutela risultino efficaci dovranno essere definite delle modalità per mantenere sotto controllo le suddette misure di tutela al fine di garantire il rischio al livello minimo.

Il foglio excel lo trovate gratuitamente "IN AREA CONDIVISIONE GRATUITA RISERVATA AGLI ISCRITTI DELLA NOSTRA NEWSLETTER PROFESSIONAL".

ACCEDI AI CONTENUTI GRATUITI