Obbligo della revisione generale per trattori, macchine agricole e rimorchi

Della revisione periodica delle macchine agricole si interessa il decreto 20 maggio 2015 che fa riferimento all’art. 111 del DLgs 30 aprile 1992 n. 285 

“Al fine di garantire adeguati livelli di sicurezza nei luoghi di lavoro e nella circolazione stradale, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, di concerto con il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, dispone la revisione obbligatoria delle macchine agricole soggette ad immatricolazione… al fine di accertarne lo stato di efficienza e la permanenza dei requisiti minimi di idoneità per la sicurezza della circolazione.

A far data dal 31 dicembre 2015 è disposta la revisione obbligatoria del trattore agricolo in circolazione soggetto ad immatricolazione in ragione del relativo stato di vetustà”.

Dell’argomento si è occupata una recente scheda divulgativa nell’ambito della campagna promossa dal Coordinamento tecnico delle Regioni, Inail -Direzione centrale prevenzione – Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti ed Insediamenti antropici.

L’art 57 del nuovo codice della strada dispone la revisione generale, con periodicità di cinque anni, di:

 trattori agricoli, come definiti nella direttiva 2003/37/CE del 26 maggio 2003;
macchine agricole operatrici semoventi a due o più assi;
rimorchi agricoli con massa complessiva a pieno carico superiore a 1,5 tonnellate, se le dimensioni d’ingombro superano i 4,00 metri di lunghezza e 2,00 metri di larghezza.

Come detto, i trattori agricoli sono sottoposti alla revisione generale dal 31 dicembre 2015 e successivamente ogni cinque anni, entro il mese corrispondente alla prima immatricolazione.

In una tabella pubblicata nella scheda dell’Inail si legge che per i trattori immatricolati entro il 31.12.1973, la revisione va eseguita entro il 31.12.2017; per quelli immatricolati dal 1.1.1974 al 31.12.1990, entro il 31.12.2018; per quelli immatricolati dal 1.1.1991 al 31.12.2010, entro il 31.12.2020; quelli immatricolati dal 1.1.2011 al 31.12.2015, entro il 31.12.2021. Per i trattori immatricolati dopo il 2016, la revisione generale va eseguita al 5° anno, entro la fine del mese di prima immatricolazione.

Come si svolge la revisione? “Le modalità di esecuzione della revisione, ai fini della sicurezza della circolazione stradale, sono definite con il decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, nel rispetto dei criteri di cui all’art. 80 del DLgs 30 aprile 1992, n. 285, con la possibilità di effettuare tale revisione mediante unità mobili”.
scheda Inail revisione macchine agricole decreto 20 maggio 2015

DVR AGRICOLTURA


Servizi online sicurezza sul lavoro

 

Safety Shop