Aggiornamento Linee Guida Patologie Muscoloscheletriche da Movimenti e Sforzi Ripetuti,Regione Lombardia

LINEE GUIDA REGIONALI PER LA PREVENZIONE DELLE PATOLOGIE MUSCOLO SCHELETRICHE CONNESSE CON MOVIMENTI E SFORZI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI” AGGIORNAMENTO 2015


Le patologie muscoloscheletriche lavoro-correlate degli arti superiori (Upper Limb Work
related Muscoloskeletal Disorders nella letteratura internazionale e d’ora in avanti UL -
WMSD) sono una famiglia di patologie per lo più includenti forme tendinee (tendiniti,
peritendiniti e tenosinoviti alla mano, al polso e alla spalla, epicondiliti al gomito) e da
intrappolamento nervoso (sindrome del tunnel carpale, sindrome del canale di Guyon). Gli
UL - WMSD sono in forte crescita in tutto il mondo industrializzato e rappresentano uno dei
principali argomenti di interesse e di intervento nel campo della tutela della salute dei
lavoratori.


La tabella 1 presenta una lista, derivata dalla letteratura, non esaustiva dei principali
determinanti di rischio (lavorativi e non) di tali patologie. Nel presente contesto va
sottolineato come siano di specifico interesse i fattori di rischio lavorativo che determinano
un sovraccarico biomeccanico degli arti superiori. Questi sono rappresentati, in relazione alla
rispettiva durata di esposizione, da: ripetitività (alta frequenza) dei gesti, uso di forza,
posture incongrue dei diversi segmenti degli arti superiori, carenza di adeguati periodi di
recupero. A questi principali determinanti di rischio se ne possono aggiungere altri, sempre
di natura lavorativa (sia fisico-meccanici che di tipo organizzativo) che usualmente vengono
raggruppati nella famiglia dei cosiddetti fattori complementari.
TABELLA 1 - FATTORI CAUSALI EVOCATI (lista non esaustiva)

LAVORATIVI

Movimenti Ripetitivi
 Alta Frequenza E Velocita'
 Uso Di Forza
 Posizioni Incongrue
 Compressioni Di Strutture Anatomiche
 Recupero Insufficiente
 Vibrazioni
 Disergonomie Degli Strumenti
 Uso Di Guanti
 Esposizione A Freddo
 Lavoro A Cottimo
 Parcellizzazione Lavoro
 Inesperienza Lavorativa

EXTRALAVORATIVI


 Sesso
 Eta'
 Traumi E Fratture
 Patologie Croniche
 Stato Ormonale
 Attivita' Tempo Libero
 Struttura Antropometrica
 Condizione Psicologica

In tabella 2 sono elencate le principali attività lavorative che potenzialmente espongono al rischio di contrarre UL – WMSD. Va sottolineato che la lista non esaustiva esposta in tabella è solo indicativa poiché, nella pratica, attività fra loro similari ma organizzate con procedure e tecniche diverse comportano livelli di esposizione assolutamente differenti.


ADDETTI ALLE CATENE DI MONTAGGIO, ASSEMBLAGGIO, CABLAGGIO
 ADDETTI CARICO/SCARICO LINEA A RITMI PREFISSATI
 ADDETTI AL CONFEZIONAMENTO
 ADDETTI ALLA CERNITA MANUALE
 ADDETTI A FILATURA-ORDITURA NELL'INDUSTRIA TESSILE
 ADDETTI ALLA MACELLAZIONE E LAVORAZIONE CARNI
 ADDETTI A LEVIGATURA MANUALE
 ADDETTI ALLA PREPARAZIONE E CONFEZIONAMENTO CIBI NELL’INDUSTRIA ALIMENTARE     E NELLA GDO
 ADDETTI ALLE CUCINE
 ADDETTI ALLE PULIZIE
 ADDETTI AL TAGLIO E CUCITO NELL'INDUSTRIA DI CONFEZIONI ABITI
 OPERATORI A TASTIERE
 MUSICISTI
 ADDETTI ALLE CASSE
 PARRUCCHIERI
 IMBIANCHINI
 MURATORI
 ADDETTI NELL'INDUSTRIA CALZATURIERA E DELLA PELLETTERIA
 ADDETTI AL LAVORO DI TAPPEZZERIA
 ADDETTI IN VIA CONTINUATIVA AD ALCUNE LAVORAZIONI AGRICOLE (potatura,raccolta e cernita, mungitura manuale, ecc.)


SCARICA LA LINEA GUIDA


Servizi online sicurezza sul lavoro

 

Safety Shop