linee guida globali 2022 dell'OMS sulla salute mentale sul lavoro

Il World Mental Health Report dell'OMS, pubblicato nel giugno 2022

Le nuove linee guida globali dell'OMS sulla salute mentale sul lavoro sono rafforzate da strategie pratiche delineate in un documento politico congiunto OMS/ ILO.

L'OMS e l'Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) hanno chiesto azioni concrete per affrontare i problemi di salute mentale nella popolazione attiva.

Si stima che 12 miliardi di giorni lavorativi vengano persi ogni anno a causa della depressione e dell'ansia che costano all'economia globale quasi 1 trilione di dollari. Due nuove pubblicazioni che mirano ad affrontare questo problema sono state pubblicate oggi - Linee guida dell'OMS sulla salute mentale sul lavoro e un documento politico derivato OMS / ILO.

Le linee guida globali dell'OMS sulla salute mentale sul lavoro raccomandano azioni per affrontare i rischi per la salute mentale come carichi di lavoro pesanti, comportamenti negativi e altri fattori che creano disagio sul lavoro. Per la prima volta l'OMS raccomanda la formazione dei manager, per costruire la loro capacità di prevenire ambienti di lavoro stressanti e rispondere ai lavoratori in difficoltà.

Il World Mental Health Report dell'OMS, pubblicato nel giugno 2022, ha mostrato che di un miliardo di persone che vivono con un disturbo mentale nel 2019, il 15% degli adulti in età lavorativa ha avuto un disturbo mentale. Il lavoro amplifica questioni sociali più ampie che influenzano negativamente la salute mentale, tra cui la discriminazione e la disuguaglianza. Il bullismo e la violenza psicologica (noto anche come "mobbing") sono una denuncia chiave delle molestie sul posto di lavoro che hanno un impatto negativo sulla salute mentale. Tuttavia, discutere o rivelare la salute mentale rimane un tabù negli ambienti di lavoro a livello globale.

Le linee guida raccomandano anche modi migliori per soddisfare le esigenze dei lavoratori con condizioni di salute mentale, proporre interventi che sostengano il loro ritorno al lavoro e, per quelli con gravi condizioni di salute mentale, fornire interventi che facilitino l'ingresso nel lavoro retribuito. È importante sottolineare che le linee guida richiedono interventi volti alla protezione della salute, umanitari e degli operatori di emergenza.

"È tempo di concentrarsi sull'effetto dannoso che il lavoro può avere sulla nostra salute mentale", ha detto il dottor Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'OMS. "Il benessere dell'individuo è una ragione sufficiente per agire, ma una cattiva salute mentale può anche avere un impatto debilitante sulle prestazioni e sulla produttività di una persona. Queste nuove linee guida possono aiutare a prevenire situazioni e culture di lavoro negative e offrire la tanto necessaria protezione e supporto per la salute mentale dei lavoratori".

Un documento politico separato oms / ILO spiega le linee guida dell'OMS in termini di strategie pratiche per i governi, i datori di lavoro e i lavoratori e le loro organizzazioni, nei settori pubblico e privato. L'obiettivo è sostenere la prevenzione dei rischi per la salute mentale, proteggere e promuovere la salute mentale sul lavoro e sostenere coloro che hanno condizioni di salute mentale, in modo che possano partecipare e prosperare nel mondo del lavoro. Gli investimenti e la leadership saranno fondamentali per l'attuazione delle strategie.

"Poiché le persone trascorrono gran parte della loro vita nel lavoro, un ambiente di lavoro sicuro e sano è fondamentale. Dobbiamo investire per costruire una cultura della prevenzione intorno alla salute mentale sul lavoro, rimodellare l'ambiente di lavoro per fermare lo stigma e l'esclusione sociale e garantire che i dipendenti con condizioni di salute mentale si sentano protetti e supportati", ha dichiarato Guy Ryder, Direttore Generale dell'ILO.

Fonte: WHO


SCARICA LA LINEA GUIDA (EN)

ReCaptcha

Questo servizio Google viene utilizzato per proteggere i moduli Web del nostro sito Web e richiesto se si desidera contattarci. Accettandolo, accetti l'informativa sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

Google Analytics

Google Analytics è un servizio utilizzato sul nostro sito Web che tiene traccia, segnala il traffico e misura il modo in cui gli utenti interagiscono con i contenuti del nostro sito Web per consentirci di migliorarlo e fornire servizi migliori.

YouTube

I video integrati forniti da YouTube sono utilizzati sul nostro sito Web. Accettando di guardarli accetti le norme sulla privacy di Google: https://policies.google.com/privacy

Google Ad

Il nostro sito Web utilizza Google Ads per visualizzare contenuti pubblicitari. Accettandolo, si accetta l'informativa sulla privacy di Google: https://policies.google.com/technologies/ads?hl=it