Servizi educativi e scuole dell’infanzia al tempo del Covid-19

raccomandazioni per il documento di indirizzo per la ripresa in presenza

La Conferenza delle Regioni ha però formulato al Governo alcune raccomandazioni (contenute in un documento che si riporta di seguito, unitamente al link all'atto della Conferenza Unificata).
Posizione sul documento di indirizzo e orientamento per la ripresa delle attività in presenza dei servizi educativi e delle scuole dell’infanzia
Parere, ai sensi dell’articolo 9, comma 1, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281
Punto 1) Conferenza Unificata
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome esprime parere favorevole con le seguenti raccomandazioni:
- prevedere l'obbligo della misurazione della temperatura, almeno per la fascia 0-3 anni;
- introdurre la figura del referente per la prevenzione e il controllo delle infezioni che funga da punto di contatto con la ASL, prevedendo una formazione e informazione specifica;
- rendere obbligatoria la tenuta per almeno 14 giorni di un registro delle presenze dei vari utenti che accedono alle strutture;
- prevedere che l’obbligatorietà dei DPI per gli operatori sia rinviata ad una valutazione da svolgere entro il 25 agosto sulla base dell’andamento della curva epidemica;
- precisare che il Protocollo di sicurezza di cui al paragrafo 7 sia nazionale.
Si auspica, inoltre, una riflessione sull’obbligatorietà del certificato del Pediatra di libera scelta/medico di medicina generale per la riammissione dopo assenza per malattia superiore ai 3 giorni. 
Si chiede, da ultimo, l’introduzione della seguente clausola di salvaguardia per le Regioni a Statuto speciale e le Province autonome di Trento e Bolzano: 
“Le presenti disposizioni si applicano alle Regioni a Statuto speciale e alle Province autonome di Trento e Bolzano compatibilmente con i rispettivi Statuti speciali e le relative norme di attuazione, anche con riferimento alla legge costituzionale n. 3 del 2001”.

DOWNLOAD

Fonte: Regioni.it

Valutazione del Rischio Covid-19

VAI ALLA VALUTAZIONE DEL RISCHIO COVID-19 DA ALLEGARE AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI AZIENDALE