Prontuario sul ruolo degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva nella riduzione della diffusione della COVID-19

Il prontuario illustra i motivi per i quali gli impianti di climatizzazione possono ridurre i rischi di contagio da coronavirus responsabile della malattia COVID-19

In risposta alla pandemia di coronavirus (COVID-19 ), non solo per l’emergenza, ma soprattutto per consentire la riapertura delle attività produttive con le dovute sicurezze, AiCARR ha attivato un gruppo di lavoro di esperti per redigere documenti guida su come operare e utilizzare gli impianti di climatizzazione per prevenire e limitare il rischio di diffusione di SARS-CoV2-19.
I documenti sono basati sulle ultime evidenze scientifiche e sulle migliori prassi oggi disponibili per la riduzione del rischio di propagazione per via area (aerosol) del SARS-CoV2-19 tramite un impiego corretto degli impianti di climatizzazione ambientale e di ventilazione. 
A causa della continua evoluzione delle informazioni via via disponibili sulle caratteristiche della pandemia, i documenti qui presenti saranno oggetto di aggiornamenti e integrazioni.

Questo prontuario è stato scritto per le persone non esperte di impianti di climatizzazione, usati per il riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo, per illustrare per quali motivi questi impianti possono nella maggior parte dei casi ridurre il rischio di contagio del coronavirus responsabile della malattia COVID-19, se vengono gestiti bene. 

Il prontuario è dedicato a tutte le persone che in questo momento sono confuse da informazioni diverse e contrastanti.
Nel prontuario non si parla di impianti negli ospedali e nelle case di riposo, perché in questi casi ci sono aspetti tecnici molto complessi, che non possono essere facilmente spiegati e sui quali AiCARR ha appena pubblicato sul suo sito un documento.

Fonte: AICARR

SCARICA IL PRONTUARIO AICARR

Valutazione del Rischio Covid-19

VAI ALLA VALUTAZIONE DEL RISCHIO COVID-19 DA ALLEGARE AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI AZIENDALE