Procedura guidata per il rilascio DURC online

Procedura guidata al DURC online: accesso tramite i portali INPS e INAIL, richiesta, verifica, rilascio o regolarizzazione.

La procedura telematica di richiesta DURC online consente di verificare in tempo reale la regolarità contributiva di imprese e lavoratori autonomi, accedendo direttamente ai database previdenziali e assistenziali. Bastano codice utente, password e codice fiscale o partita IVA del soggetto per cui si richiede il DURC: se è tutto regolare, viene rilasciato un certificato in pdf valido per 120 giorni.

Il DURC online sostituisce quello cartaceo per l’erogazione di sovvenzioni, contributi, sussidi, ausili finanziari e vantaggi economici di qualunque genere ivi compresi quelli comunitari per la realizzazione di investimenti; nell’ambito di appalti e subappalti pubblici di opere, servizi e forniture in tutte le fasi (verifica dichiarazione sostitutiva di assolvimento obblighi contributivi, aggiudicazione appalto, stipula contratto, pagamento prestazioni, rilascio certificato di regolare esecuzione, pagamento saldo finale); nei lavori privati in edilizia; nel rilascio dell’attestazione SOA, nella fruizione di benefici normativi e contributivi previsti in materia di lavoro e legislazione sociale

Le circolari INPS n.126 e INAIL n.61, entrambe del 26 giugno 2015, descrivono il funzionamento del nuovo servizio. L’accesso online sui portali INPS o INAIL richiede l’autenticazione tramite credenziali valide rilasciate dall’Ente o per l’applicativo sportellounicoprevidenziale.it. 

Può accedere chiunque abbia interesse a verificare la regolarità nei confronti di INPS, INAIL e Casse Edili: soggetti tenuti ad applicare il Codice dei contratti pubblici, Organismi di attestazione SOA, Pubbliche Amministrazioni, imprese e lavoratori autonomi, soggetti titolari di crediti certificati verso la PA. Dal sito INPS (www.inps.it), ad esempio, selezionare la voce Accedi ai servizi,

Qualora dagli archivi INPS, INAIL e Casse edili non risultino irregolarità, il sistema rilascerà un file in pdf denominato DURC online, attestante la regolarità contributiva. La validità del documento è di 120 giorni, durante i quali non sarà possibile eseguire una nuova interrogazione ma occorrerà fare riferimento al documento in corso di validità

È possibile che il sistema rilevi anomalie o non consenta il rilascio in tempo reale. In tal caso verrà un messaggio informerà del mancato esito e di attivazione della procedura di verifica istruttoria. Entro 72 ore si saprà se le inadempienze sono reali o dipendono da mancati aggiornamenti al sistema. Nel primo caso si riceverà un invito a regolarizzare; nel secondo il sistema verrà forzato per correggere l’errore

fonte Pmi e Inps