OSCILLAZIONE DEL TASSO - OT/24 - ANNO 2018

I modelli da utilizzare per oscillazione del tasso OT/24 anno 2018.

MODULO DI DOMANDA per la riduzione del tasso medio di tariffa ai sensi dell’art. 24 delle Modalità di applicazione delle Tariffe dei premi (d.m. 12/12/2000 e s.m.i.) dopo il primo biennio di attività ANNO 2018

L’art. 24 delle Modalità per l’applicazione delle Tariffe emanate con d.m. 12.12.2000, come modificato, da ultimo, dal d.m. del 3.3.2015, prevede l’applicazione da parte dell’Inail di una riduzione del tasso medio di tariffa alle aziende che abbiano effettuato interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa in materia. L’Inail predefinisce gli interventi che sono considerati validi ai fini della concessione del beneficio in ragione della loro valenza prevenzionale e, per ciascun intervento, individua la documentazione probante l’attuazione degli stessi. Per accedere alla riduzione, l’azienda che ha realizzato tali interventi migliorativi deve presentare un’apposita istanza (Modulo OT24), esclusivamente in modalità telematica, attraverso la sezione Servizi Online presente sul sito www.inail.it, entro il termine del 28 febbraio 2018, unitamente alla documentazione probante richiesta dall’Istituto.

per poter accedere alla riduzione del tasso medio di tariffa è necessario aver effettuato interventi tali che la somma dei loro punteggi sia pari almeno a 100.

TIPO: TG = Trasversale Generale (può essere realizzato su tutti i settori produttivi e produce effetti su tutte le PAT della ditta) T = Trasversale (può essere realizzato su tutti i settori produttivi ma non necessariamente attuato in tutte le PAT della ditta) SG = Settoriale Generale (può essere realizzato solo in alcuni settori e produce effetti su tutte le PAT) S = Settoriale (il punteggio varia in funzione dei settori e può essere attuato non necessariamente in tutte le PAT)

INTERVENTI MIGLIORATIVI

L’azienda deve indicare sul modulo di domanda (Modulo OT24) gli interventi per il
miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro che ha
attuato nell’anno solare precedente quello di presentazione della domanda (2017),
in aggiunta a quelli previsti dalla normativa in materia.
Nel Modello OT24 gli interventi si presentano articolati nelle seguenti quattro
sezioni:
A Interventi di carattere generale
B Interventi di carattere generale ispirati alla responsabilità sociale
C Interventi trasversali
D Interventi settoriali generali
E Interventi settoriali.
All’interno di tali sezioni, gli interventi sono classificati in funzione della loro
applicabilità all’intera azienda oppure a singole Pat.
In particolare, gli interventi trasversali generali (TG) e gli interventi settoriali
generali (SG), presenti nelle sezioni A e B e D, si riflettono sull’azienda nel suo
complesso e devono essere realizzati su tutte le Pat del cliente.
Altri interventi, previsti nelle sezioni C ed E, possono essere realizzati anche solo su
singole Pat dell’azienda.
In generale, gli interventi possono essere realizzati in tutti i settori produttivi, ad
eccezione degli interventi Settoriali Generali (SG), compresi nella sezione D, che
possono essere realizzati solo dalle aziende appartenenti a determinati settori
produttivi.
Nel caso di accentramento delle posizioni assicurative, gli interventi devono essere
realizzati su tutte le sedi di lavoro che confluiscono nella Pat accentrante.

PUNTEGGIO

Ad ogni intervento è attribuito un punteggio. Per poter accedere alla riduzione del
tasso medio di tariffa è necessario aver effettuato interventi tali che la somma dei
loro punteggi sia pari almeno a 100.
Per alcuni interventi, il punteggio è stato differenziato in relazione al settore
produttivo di appartenenza dell’azienda, individuato attraverso le voci di tariffa con
cui è assicurata l’attività aziendale.
Qualora le voci di tariffa che coprono il rischio dell’attività aziendale siano
riconducibili a diversi settori produttivi, il punteggio è predeterminato
automaticamente in relazione al settore produttivo che prevede il punteggio più
elevato.
In generale, per il raggiungimento del punteggio è possibile selezionare sia
interventi relativi a diverse sezioni che a una sola sezione del modulo, tranne in
caso di attuazione di interventi ispirati alla responsabilità sociale.
Con riferimento a tali interventi, esclusivamente previsti nella sezione “B” del
modello OT24 2018, ai fini del raggiungimento del punteggio 100, le aziende
devono selezionare interventi unicamente nell’ambito della sezione in questione.
Ciò in quanto gli impegni ispirati alla responsabilità sociale assunti dall’azienda
implicano l’adozione di svariate iniziative necessarie a dimostrarne la piena
realizzazione.
Il punteggio assegnato agli interventi di responsabilità sociale è graduato in
relazione alla dimensione aziendale (grandi, medie, piccole e micro imprese).
Inoltre, è previsto un differente un numero di condizioni/attività da attuare, sicchè
ad una azienda “piccola” è richiesta la realizzazione di un numero di attività
inferiore rispetto ad una “grande” azienda.
Una volta individuati interventi sufficienti a far raggiungere un punteggio almeno
pari a 100, è inibita la selezione di ulteriori interventi.
Qualora l’azienda abbia effettuato gli interventi solo su singole posizioni
assicurative (sezioni C ed E), il punteggio è calcolato per ciascuna Pat e, quindi, per
ogni Pat è necessario aver effettuato interventi tali che la somma dei loro punteggi
sia pari almeno a 100.
La domanda deve essere compilata e inoltrata, esclusivamente in modalità
telematica, attraverso l’applicazione “Modello OT24 20182
”, disponibile nei Servizi
online presente sul sito www.inail.it entro il termine del 28 febbraio 2018, a pena
di inammissibilità della stessa.

DOCUMENTAZIONE PROBANTE

L’Istituto individua per ogni intervento la documentazione che ritiene probante
l’attuazione dell’intervento dichiarato.
A pena di inammissibilità, entro il 28 febbraio 2018, la documentazione probante
deve essere presentata unitamente alla domanda, utilizzando l’apposita
funzionalità disponibile nei Servizi online.
All’interno del modulo, nel campo “Note”, sono riportati alcuni chiarimenti e
definizioni per una migliore interpretazione degli interventi proposti. Vengono,
altresì, elencate le evidenze documentali (campo “Descrizione documentazione
probante”) che dovranno essere allegate all’istanza contestualmente all’inoltro della
stessa, a pena di inammissibilità.
Il riferimento temporale per l’attuazione degli interventi è stato definito come
“anno di riferimento” o direttamente come anno 2017.
In generale si evidenzia che alcuni interventi possono avere valenza pluriennale;
essi, infatti, mantengono la loro validità negli anni sin quando l’azienda continua a
mantenere ed attuare quanto previsto dall’intervento (procedure, modalità
operative, codici di pratica, adozione di un sistema di gestione, ecc.). È però
necessario che l’azienda ripresenti annualmente l’istanza e dimostri, anno per
anno, tale continuità di attuazione mediante la documentazione probante indicata.
La documentazione prodotta dall’azienda che evidenzia l’effettuazione
dell’intervento migliorativo selezionato nell’anno di riferimento deve riportare:
• data;
• firma (in genere del Datore di Lavoro, ma, a seconda degli interventi, anche
di altri soggetti idonei ad attestare un’emissione formale da parte
dell’azienda).
In particolare, con riferimento agli interventi riguardanti l’implementazione e/o
l’adozione di “procedure”, si precisa che per “procedura” si intende un insieme
sistematico di istruzioni operative su come eseguire una determinata operazione,
formalmente emessa dall’azienda, resa nota ai lavoratori e attuata.
La procedura deve essere caratterizzata, oltre che da data e firma, da:
• contenuti, che devono essere congruenti con l’oggetto dell’intervento;
• evidenze documentali dell’attuazione nell’anno solare precedente quello di
presentazione della domanda.
È facoltà sia dell’azienda che dell’Istituto fornire o richiedere altra documentazione
atta a dimostrare quanto dichiarato nel modulo.

PRESUPPOSTI APPLICATIVI

Nel modulo di domanda l’azienda dichiara di essere consapevole che la concessione
del beneficio è subordinata all’accertamento degli obblighi contributivi e
assicurativi, all’osservanza delle norme di prevenzione infortuni e di igiene del
lavoro e all’ attuazione di interventi di miglioramento delle condizioni di sicurezza e
di igiene dei luoghi di lavoro.
a. REGOLARITA’ CONTRIBUTIVA
La riduzione è concessa solo dopo l’accertamento dei requisiti di regolarità
contributiva del datore di lavoro richiedente, secondo i criteri e le modalità previste
dal decreto interministeriale 30 gennaio 2015 e s.m.i., in attuazione del comma 2
dell’articolo 4 del decreto legge 34/2014, come precisato nella circolare Inail n. 61
del 26 giugno 2015.
b. OSSERVANZA DELLE NORME IN MATERIA DI PREVENZIONE
INFORTUNI E DI IGIENE DEL LAVORO
Il requisito s’intende realizzato qualora siano osservate tutte le disposizioni
obbligatorie in materia di prevenzione infortuni e di igiene del lavoro con
riferimento alla situazione presente alla data del 31 Dicembre dell’anno precedente
quello di presentazione della domanda.
Per la sussistenza del requisito si fa riferimento all’azienda nel suo complesso e non
alle sole Pat oggetto della domanda.
Non rilevano le irregolarità risultanti da accertamenti non definitivi a norma di
legge o comunque sospesi in sede di contenzioso amministrativo o giudiziario.
Sul sito web Inail – www.inail.it – è presente un questionario di autovalutazione
per verificare il livello di conformità alle principali norme inerenti alla tutela della
salute e sicurezza sul lavoro.

DEFINIZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di riduzione è accolta qualora risulti accertata la ricorrenza dei
presupposti indicati nel precedente § 4, oggetto di specifiche dichiarazioni
contenute nel modulo di domanda.
È fatta salva la facoltà dell’INAIL di procedere, in sede d’istruttoria o
successivamente, alla verifica di quanto dichiarato dal richiedente.
La riduzione del tasso medio di tariffa è determinata in relazione al numero dei
lavoratori anno del periodo
Il provvedimento di accoglimento o di rigetto della domanda, debitamente
motivato, è comunicato al Datore di lavoro con Posta Elettronica Certificata entro
120 giorni dalla data di presentazione della domanda.
In caso di accoglimento, la riduzione riconosciuta ha effetto per l’anno in corso alla
data di presentazione dell’istanza ed è applicata in sede di regolazione del premio
assicurativo dovuto per lo stesso anno.
Qualora risulti, in qualsiasi momento, la mancanza dei requisiti prescritti per il
riconoscimento della riduzione, l’Inail procede all’annullamento della riduzione
stessa e alla richiesta delle integrazioni dei premi dovuti, nonché all’applicazione
delle vigenti sanzioni.
In caso di selezione di un intervento definito “Trasversale Generale” o “Settoriale
Generale”, la definizione della domanda (accoglimento o rigetto) riguarda tutte le
Pat dell’azienda.
In caso di selezione di interventi definiti “Trasversali” o “Settoriali” la definizione
della domanda esplica effetti solo sulla Pat o sulle Pat interessata/e dagli interventi
migliorativi in materia di sicurezza ed igiene nei luoghi di lavoro.

I modelli da utilizzare per oscillazione del tasso OT/24 anno 2018.

Anche in Formato Excel e Word

Gli iscritti alla nostra newsletter professional hanno a disposizione anche i modelli editabili in word ed excel dei vari modelli e questionari e della guida OT24 2018

Un altro piccolo motivo in piu' per iscriversi

Autovalutazione dei requisiti in excel

Inoltre abbiamo realizzato un foglio excel con calcoli automatici e selezione tramite menu'a tendina per verificare i requisiti.
Trovi un esempio di stampa qui

documenti gratuiti sicurezza sul lavoro

MESSAGGIO INFORMATIVO SUL NOSTRO SERVIZIO DI NEWSLETTER PROFESSIONAL:

Gli iscritti alla nostra Newsletter Professional hanno accesso all'area condivisione gratuita dove trovare oltre 7000 file gratuiti  utili sulle tematiche prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro e cantieri temporanei e mobili.

Abbonarsi alla nostra newsletter è conveniente e permette di ricevere via mail notizie, approfondimenti,software freeware,documenti in materia di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro...e non solo.

L'iscrizione alla newsletter darà diritto a ricevere le mail contenenti notizie in materia di prevenzione e sicurezza, ad accedere al download del software freeware condiviso gratuitamente con tutti gli iscritti (Trovi il materiale condiviso gratuitamente, Fogli excel utili per la gestione sicurezza, software freeware, Dwg per layout in Autocad,Schede di sicurezza
..Manuali..Approfondimenti...e altro ancora).

L'iscrizione da' diritto anche a particolari scontistiche su vari servizi offerti.

L'iscrizione alla Newsletter Professional non ha scadenze o rinnovi annuali da sostenersi.

MAGGIORI INFORMAZIONI SU COME ISCRIVERSI




Servizi online sicurezza sul lavoro

 

Safety Shop



Risorse Inserite sul Sito di Testo Unico Sicurezza dot Com

Ultimi Inserimenti sul sito:
Testo unico sicurezza 81-2008 versione desktop compatibile Windows Mac e Linux
Semiotica Bombole 2019
Linea guida uman 2019 Rev. 6.2019
Regione Lombardia D.g.r. 31 luglio 2019 - n. XI/2048
OT23 2020 ex OT24 INAIL
Interpello N. 5 / 2019
Prevenzione e Protezione CEM
POP, regolamento 2019/1021 In vigore dal 15 luglio
protezioni da utilizzare in atmosfera esplosiva.
Linee di indirizzo 2019 su ondate di calore e inquinamento atmosferico
Linee Guida per la raccolta e lo smaltimento di piccole quantità di Manufatti Contenenti Amianto
Linee Guida per incidenti che coinvolgono auto elettriche-ibride
Modifica 2019 alla regola tecnica sulle strutture ricettive all'aperto
La gestione della sicurezza nelle cave a cielo aperto
Il primo soccorso nei lavori in quota
Schede Analisi Infortuni
Medico competente e promozione delle pratiche vaccinali nei luoghi di lavoro.
La protezione attiva antincendio
fAQ STRESS LAVORO CORRELATO
criteri di valutazione R ambiente per pavimenti in fibre di amianto
CALCOLO MICROCLIMATICO ONLINE ISO 11079
Ambienti Moderati Severi Cadi/Freddi
Effetti sulla salute dei sistemi di illuminazione che utilizzano diodi emettitori di luce (LED)
Opuscolo in lingua cinese
Quando si può sbarcare in quota dalla Ple?
Formazione per operatori di carrelli industriali semoventi senza sedile
Decreto dirigenziale n. 189 del 29 maggio 2019
test di autovalutazione sicurezza aziendale
La manutenzione per la sicurezza sul lavoro e la sicurezza nella manutenzione
Rimozione in sicurezza delle tubazioni idriche interrate in cemento amianto
Interpello n. 4/ 2019
scale portatili secondo il testo Unico sicurezza
Chek List "SCALE PORTATILI"
Verifica periodica Idroestrattori, carrelli semoventi a braccio telescopico, piattaforme di lavoro autosollevanti su colonne e ascensori e montacarichi da cantiere
Prezzario Regionale 2019 Regione Emilia Romagna
Prezzario 2019 Regione Marche
Prezzario 2019 ANAS
Linea Guida 2019 Per la corretta manutenzione dei sistemi antincendio
verifica periodica su Impianti di messa a terra e impianti di protezione contro le scariche atmosferiche
Sicurezza per le macchine e L'essenziale per la riduzione del rischio
Lista di controllo Vibrazioni sul lavoro
Lista di controllo cantieri edili con bonifica di amianto in word+slide powerpoint seminario
Corsi sulla sicurezza e attestati falsi
installazione videosorveglianza sui luoghi di lavoro
Guida ai servizi di verifica di attrezzature, macchine e impianti
servizi di certificazione e verifica di impianti e apparecchi si richiedono on line attraverso il servizio CIVA inail
Valori degli indici di Sinistrosità Med
Revisione 2019 delle tariffe Inail
EBook Rischio Chimico e cancerogeno
decreto del 12 aprile 2019 del Ministero dell'Interno contiene modifiche al DM 03/08/2015
Linee guida per l’applicazione delle raccolte ISPESL VSR-VSG-M-S
La resistenza al fuoco degli elementi strutturali
rischio EMC lavoratori portatori di pacemaker
Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro: disponibile la nuova versione di APRILE 2019
Funi per apparecchi di sollevamento
normative applicabili e consigli Scaffalature industriali
Interpello n. 3/2019 su formazione e aggiornamento
illuminazione di luoghi di lavoro
responsabilità e obblighi del dirigente scolastico
Calcolatore GVR
GUIDA ADR 2019
MUD 2019
Procedure di sicurezza operazioni con elicottero
Modello editabile word relazione annuale amianto
Etichettatura prodotti disinfettanti
Indicazioni preliminari per la stesura di PEI e PEE
determinazione delle esposizioni sporadiche e di debole intensità (ESEDI) all'amianto
indicazioni-operative-somministrazione-fraudolenta.html
La gestione degli Spazi Confinati nel settore delle costruzioni
Calcolo dell’orario medio Lavoro Notturno
MANUALE DELLA CIRCOLAZIONE DELLE MACCHINE AGRICOLE
Linee guida per la gestione operativa degli stoccaggi negli impianti di gestione dei rifiuti
Database in excel Schede di sicurezza editabili in word sostanze chimiche
Decreto segnaletica stradale 2019
Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Febbraio 2019
Interpello n. 1/ 2019
Elenco incompatibilità tra agenti chimici diversi
classificazione e l'etichettatura delle sostanze notificate e registrate nonché l'elenco delle classificazioni armonizzate
Chiarimenti Ministero Lavoro su Apprendistato e formazione in distacco
app android Decreto 81/2008
Cambia la direttiva 2004/37/CE
Tabella delle voci armonizzate disponibili nell'allegato VI del CLP
Codici statistici delle unità amministrative territoriali 2019
Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Gennaio 2019
Linea guida sulla sicurezza degli impianti elettrici
calcolo degli spettro di risposta sismica NTC 2018
REGISTRO DEI CONTROLLI ANTINCENDIO 2019 IN WORD
SCHEDA TECNICA RESPONSABILI SICUREZZA LASER
Verbalizzazione accertamenti e mezzi di impugnazione
Rischio sismico, idrogeologico e vulcanico Comuni Aggiornata la mappa dei rischi naturali
La bonifica delle coperture in cemento amianto
BONIFICA DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO IN MATRICE FRIABILE
Linea Guida Apparecchi a pressione Tubazioni
Significato frasi pericolo chimico multilingua
Database excel Valore accellerazione massima al suolo comuni italiani
Blocchi Autocad Gratuiti
Prezzario Opere Edili ed Impiantistiche regione Liguria Anno 2019
Prezzario 2019 Regione Sicilia editabile in word
Prezzario 2019 dei Lavori pubblici della Toscana
Prezzario regionale Lombardia edizione 2019
aumentati gli importi delle sanzioni per violazioni in materia di lavoro
Istruzioni per la valutazione della robustezza delle costruzioni
NUOVO DM ANTINCENDIO BOZZA AGGIORNATA A GENNAIO 2019
Scheda per l'analisi di un infortunio in Pdf Editabile, word ed Excel
Sicurezza Dispositivi di attacco rapido per escavatori
Programma didattico per lavoratori temporanei
la prevenzione delle cadute da coperture di edifici Regione Marche 2018
Tabelle Rimborsi chilometrici ACI 2019 Excel
Maternità flessibile dopo la gravidanza
Quiz delle Verifiche di idoneità del Responsabile Tecnico dicembre 2018
Schede sicurezza in word gratuite valutazione dei rischi edili
Raccolta modelli in excel e word Regolamento Generale sulla ProtezioneDei Dati
Movarisch vers. pro 2019 Excel

kit Didattico Rianimazione Cardio Polmonare
Prevenzione incendi alberghi: prorogata la SCIA se l’attività è sospesa o è al di sotto di 25 posti letto
Gli adempimenti sulla sicurezza per gli enti del terzo settore
sicurezza delle caldaie a vapore
Circolare MATTM Prot. 4064 del 15 Marzo 2018
Delibera del Consiglio SNPA. Seduta del 03.10.18 Doc.n. 41/18
UNI/PdR 51:2018 Responsabilità sociale nelle Micro e Piccole Imprese
Dossier sicurezza scuola Inail 2018
Analisi permeazione degli indumenti di protezione chimica
Applicazione MultiVapor ™ Versione 2.2.5
Norme in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro delle strutture destinate per finalità istituzionali a compiti in materia di ordine e sicurezza pubblica
Linee guida europee sul rumore
VAI ALL'ELENCO DELLE NEWS INSERITE IN ORDINE CRONOLOGICO
Risorse e servizi online offerti su Testo Unico Sicurezza dot com:

Tutte le news pubblicate dal 2010 ad oggi
Modelli in word di Documento Valutazione dei Rischi
Modelli in word di Documenti specifici per l'edilizia
Excel a supporto della sicurezza
Modello di Piano Emergenza ed evacuazione in word
Modelli di Duvri in word
Materiale didattico per la formazione
Tutto Excel, calcolo dei rischi specifici
Newsletter Professional
Testo unico sicurezza Aggiornato