Misure di contenimento da contagio Covid19 nell'entertainment e negli eventi dal vivo

Elaborazione di Protocolli per la tutela della salute e la prevenzione del rischio contagio da CoVid-19 nel settore dell’Entertainment e degli Eventi dal vivo

Lo scopo principale di questo documento è quello di fornire agli operatori del settore possibili soluzioni organizzative e tecniche tese a limitare la possibilità di diffusione del contagio attraverso l’esplicitazione di indicazioni e procedure chia- re, semplici ed efficacemente applicabili. In prima battuta esse sono rivolte a produttori, committenti, datori di lavoro, direttori di produzione, direttori creativi, come a tutte le figure operative che interagiscono nelle attività di montaggio, smontaggio e gestione dello spettacolo, sopra e fuori dal palcoscenico. Ciò non toglie che possano essere considerate anche come validi parametri di confronto per tutti gli organi di valutazione preventiva e di verifica e controllo sul campo.

In questo senso, esse mantengono come riferimento le indicazioni emanate a livello nazionale e regionale, ponendosi in continuità con i criteri e i protocolli rilasciati dalle autorità pubbliche quali INAIL e Istituto Superiore di Sanità.

Il DPCM dell’ 11 giugno 2020, stabilisce che dal 15 giugno 2020, sino a data da stabilirsi, è permesso svolgere spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto, purché gli stessi siano svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati, a condizione che sia comunque sempre assicurato il rispetto della distanza minima interpersonale di almeno un metro, sia per il personale, sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi. Il numero massimo ammesso è di 1000 spettatori all’aperto e 200 in luoghi chiusi, per ogni singola sala. Le at- tività devono svolgersi nel rispetto dei protocolli o delle linee guida adottati dalle Regioni, o dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, comunque nel rispetto dei principi e in coerenza con i criteri dettati dalla norma nazionale.
In relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori, le Regioni e le Province autonome possono stabilire una diversa data di ripresa delle attività, nonché’ un diverso numero massimo di spettatori presenti agli eventi, in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi in cui essi si svolgono. Questo, anche aumentando quanto previsto dal DCPM, oppure prevedendo la possibilità di posti non seduti e differenti obblighi rispetto all’uso di mascherine.
Risulta quindi fondamentale, prima di realizzare un evento, verificare la specifica normativa Regionale vigente nel luogo ove lo stesso deve essere realizzato

Per la sua intrinseca natura sociale e collettiva, il settore dell’entertainment, e in particolare quello dedicato agli eventi dal vivo, è stato immediatamente oggetto di un completo blocco delle attività, che ha comportato la cancellazione, o nel migliore dei casi il rinvio senza alcuna prevedibile destinazione temporale, della totali- tà degli eventi programmati a partire dal febbraio 2020, determinando ricadute senza precedenti su tutta la sua filiera e su tutti i numerosi settori produttivi collegati.

Le misure organizzative e gestionali indicate in questa sede sono state elaborate da un comitato tecnico-scien- tifico che ha riunito esperti del settore, sia in campo privato che pubblico: produttori, esperti di sicurezza sussidiaria, professionisti nella formulazione dei piani di gestione safety e security, delle pratiche di licensing e di agibilità, nonché tecnici della prevenzione e della gestione delle emergenze, sia in ambito di sicurezza che in quello clinico sanitario.

Il risultato è un lavoro condivisibile da tutti i punti di vista e omogeneamente applicabile sull’intero territorio nazionale, specificamente pensato per la corretta identificazione dei profili di rischio sanitario connessi al COVID19, in tutte le situazioni che abbiano come oggetto eventi e manifestazioni che prevedano il coinvolgi- mento del pubblico.

Dunque, i principali contesti normativi a cui sono rivolte le indicazioni integrative e le modalità applicative qui contenute, le quali non hanno alcuna intenzione di rivoluzionare né stravolgere i consolidati meccanismi e le procedure alla base dell’i- deazione, progettazione, realizzazione e gestione di eventi e spettacoli dal vivo, tantomeno minare o snaturare il prezioso rapporto con il pubblico che vi partecipa.

Dunque, è doveroso anticipare che, se all’interno dei confini stabiliti in fase attuale dalle normative vigenti, peraltro assai restrittive, certe misure possono essere introdotte e applicate piuttosto efficacemente senza troppo impattare sulle dina- miche e sulla qualità di fruizione dell’evento, lo stesso non si può sostenere per spettacoli di altre tipologie e dimensioni.

Il metodo volutamente flessibile e adattabile alla base di questo lavoro, lascia spazio a implementazioni e evoluzioni che risponderanno alle future direttive nazionali e internazionali allorché verranno emanate e divulgate.


QUESTO DOCUMENTO È STATO SPECIFICAMENTE ELABORATO NEL CONTESTO DELL’EMERGENZA SANITARIA IN ATTO ED ESPLICITA SOLUZIONI E PROCEDURE NON COMPATIBILI NE’ APPLICABILI IN CASO DI ORDINARIA ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEGLI EVENTI.
IL TERMINE DELL’EMERGENZA PORRÀ INEQUIVOCABILMENTE TERMINE ALLA NECESSITÀ E ALLA VALIDITÀ DI TUTTO QUANTO QUI CONTENUTO
.



INDICE DEL DOCUMENTO:


PREMESSA GENERALE
PREMESSE METODOLOGICHE
PARTE I - CLASSIFICAZIONE DEL RISCHIO
CLASSIFICAZIONE DEL RISCHIO PER IL PUBBLICO
Valorizzazione delle variabili
Applicazione delle variabile affollamento
CLASSIFICAZIONE DEL RISCHIO PER I LAVORATORI
PARTE II - INDICAZIONI ORGANIZZATIVE PER LA TUTELA DELLA SALUTE DEL PUBBLICO
Il luogo dell’evento
La distribuzione delle responsabilità
Misure di prevenzione
Procedure per la gestione del pubblico
PARTE III - INDICAZIONI ORGANIZZATIVE PER LA TUTELA DELLA SALUTE DEI LAVORATORI
Misure generali di Prevenzione
Misure specifiche per le fasi del processo
ALLEGATO 1 - SCHEMA DI ALLESTIMENTO CON POSTI A SEDERE
ALLEGATO 2 - FAC-SIMILE DI MODULO AD USO DEL MEDICO

SCARICA IL DOCUMENTO PROPOSTO

Fonte: Assomusica e ATS Milano

Valutazione del Rischio Covid-19

VAI ALLA VALUTAZIONE DEL RISCHIO COVID-19 DA ALLEGARE AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI AZIENDALE