La gestione del microclima nei luoghi di lavoro in presenza di una emergenza epidemica

Rischi da radiazioni ottiche artificiali (ROA) derivanti dall'utilizzo di lampade germicide a UV e dal disconfort termico conseguente all'utilizzo prolungato di mascherine chirurgiche

La pandemia di Coronavirus - COVID-19 ha naturalmente coinvolto anche i luoghi di lavoro, evidenziando aspetti critici tra i quali la necessità di gestire ed utilizzare gli impianti di climatizzazione, sia estiva che invernale, per prevenire e limitare il rischio di diffusione di SARS-CoV2-19, i rischi da ROA derivanti dall’utilizzo di lampade germicide a UV, nonché il disconfort termico conseguente all’utilizzo prolungato di mascherine chirurgiche e filtranti facciali durante l’attività lavorativa. 

La Pubblicazione ha l’obiettivo di fornire alle Imprese e a tutti gli attori della prevenzione le evidenze scientifiche e le migliori prassi oggi disponibili relativamente alla riduzione del rischio di propagazione per via area (aerosol) del SARS-CoV2-19 tramite un impiego corretto degli impianti di climatizzazione ambientale e di ventilazione, delle lampade germicide a UV e dei DPI per le vie respiratorie.

SCARICA IL DOCUMENTO PROPOSTO

Fonte: Regione Emilia Romagna, Inail, Ausl Modena, “ dBA2020 - La gestione del microclima nei luoghi di lavoro in presenza di una emergenza epidemica”, a cura di Silvia Goldoni e Angelo Tirabasso, pubblicazione che raccoglie gli atti dell’omonimo convegno - Ambiente Lavoro, 03 dicembre 2020



Valutazione del Rischio Covid-19

VAI ALLA VALUTAZIONE DEL RISCHIO COVID-19 DA ALLEGARE AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI AZIENDALE