Database Excel Dpi di tipo uditivo

Foglio excel attenuazione sonora ottimale fornita dai DPI uditivi (misurata in laboratorio secondo procedure di prova)

l livello di esposizione sonora giornaliero di un lavoratore non deve superare il limite previsto dal testo unico sulla sicurezza (D.lgs. 81/2008), altrimenti sussiste l’obbligo di adottare i dispositivi di protezione individuale di tipo uditivo, i DPI uditivi.

Il datore di lavoro che adotti DPI uditivi, a prescindere dall’obbligo, deve anche effettuarne la valutazione dell’efficacia.

I dispositivi di protezione auricolare, grazie alla loro proprietà di attenuazione, riducono gli effetti del rumore sull'udito al fine di evitare un danno all'orecchio.
Le cuffie sono costituite da conchiglie, collegate da un archetto di sostegno, che coprono le orecchie e aderiscono alla la testa tramite i cuscinetti morbidi.
Le cuffie possono essere disponibili in una gamma di taglie "normale", destinate a coprire la maggior parte delle dimensioni delle teste esistenti tra i lavoratori europei.
Esistono anche in taglia "piccola" e in taglia "grande".
Le cuffie sono disponibili con archetti di sostegno che passano sopra alla testa, dietro alla nuca, sotto il mento, e sono universali.
Le cuffie con archetto di sostegno dietro alla nuca e sotto il mento consentono di indossare contemporaneamente un elmetto di sicurezza.

Per valutare l’attenuazione sonora ottimale fornita dai DPI uditivi (misurata in laboratorio secondo procedure di prova).

Il fattore di attenuazione di un otoprotettore varia in funzione della frequenza del “rumore”.
Per questo motivo i fabbricanti forniscono tale fattore a varie frequenze.
Esistono 3 metodi per valutare il valore di attenuazione di un otoprotettore:

Metodo OBM per bande d’ottava: per applicare questo metodo occorre conoscere i livelli di rumore per banda d’ottava misurati sul luogo di lavoro ed i dati di attenuazione per banda d’ottava del protettore auricolare sottoposto a valutazione.

Metodo HML: occorre conoscere i valori di livello equivalente di rumore sul luogo di lavoro ponderati secondo le curve A e C, LAeq e LCeq ed i tre valori di attenuazione H, M e L del protettore auricolare sottoposto a valutazione, riportati sulla scheda tecnica fornita dal costruttore

Metodo SNR: è il metodo più semplice. Tale valore, confrontato con il livello di azione Lact, permette di valutare l’idoneità dell’otoprotettore

A tale proposito mettiamo a disposizione un semplice foglio di excel che riporta i tre valori per tipologia di otoprotettore.

Come sempre gratuito per gli iscritti alla Newsletter Professional.

ACCEDI AI CONTENUTI GRATUITI