COVID 19 – Dispositivi di protezione individuale: come verificare la loro conformità

Guida pratica sul come verificare la validità delle certificazioni a corredo dei dispositivi di protezione  individual e  ed  indicazioni  utili  sui dispositivi validati in deroga alle normative vigenti da INAIL

Documento di Assosistema e Confindustria a supporto delle imprese
 
L’emergenza sanitaria ha indotto Parlamento e Governo ad ampliare le potenzialità di offerta delle mascherine, quale strumento di protezione delle vie respiratorie.
L’iniziativa normativa ha previsto la possibilità per l’Inail di validare, in via straordinaria e in deroga, le mascherine: la deroga riguarda la procedura e la relativa tempistica e non gli standard di qualità dei prodotti che si andranno a produrre, importare e commercializzare.
La quantità delle richieste e la complessità degli accertamenti stanno provocando notevoli ritardi, con rilevanti danni anche per le imprese, tanto da legittimare interrogazioni parlamentari (es.  interrogazione 5-04121 del 9 giugno 2020).
 
Al fine di fornire uno strumento utile alle aziende nell'individuazione e nel riconoscimento di dispositivi di protezione individuali idonei, necessari nell'attuale emergenza legata al COVID per il regolare prosieguo delle attività lavorative, Confindustria e Assosistema, l’associazione che rappresenta le aziende che producono, distribuiscono ed importano dispositivi di protezione individuale, hanno ritenuto utile condividere le proprie esperienze per realizzare un vademecum, allegato, a supporto delle imprese interessate per valutare l’idoneità dei dispositivi di protezione individuali ai fini della richiesta di validazione straordinaria all’Inail.
Sulla base della collaborazione con Confindustria, Assosistema ha quindi realizzato il vademecum dal titolo “Come riconoscere un dispositivo di protezione individuale idoneo".
 
All'interno del documento sono esaminati:
·       la corretta marcatura e i certificati che deve presentare un dispositivo di protezione individuale conforme alle normative vigenti e gli step per verificare la validità della documentazione;
·       una guida pratica per navigare sul database degli Organismi Notificati della Commissione Europea NANDO;
·       la documentazione di cui deve disporre un dispositivo di protezione individuale validato in deroga da INAIL e indicazioni utili per inoltrare la richiesta di validazione;
·       marcatura e certificazioni di un dispositivo certificato ai sensi della Raccomandazione (UE) 2020/403.
 
Il documento è realizzato allo scopo di supportare le aziende in fase di valutazione delle forniture, durante l'approvvigionamento o l'importazione dei dispositivi di protezione. 

Indice 
1. La normativa in materia di dispositivi di protezione individuale: Regolamento (UE) 2016/425
1.1.   Come è fatta la marcatura CE su un DPI
1.2.   Documenti a corredo del DPI 
2. DPI conformi al Regolamento (UE) 2016/425
2.1.  Step per verificare la validità dei certificati
2.2.  Verificare la correttezza dei certificati
2.3.  Come verificare che l’Organismo che ha rilasciato i certificati sia accreditato per la valutazione dei DPI
2.3.1. Come navigare nel database NANDO
2.4.   Verifica della Dichiarazione di Conformità UE 
3.   DPI in deroga alle normative vigenti, validati da INAIL, secondo quanto disposto dal l ’art i col o
15 c.3 del DL Cura Italia
3.1.  Documentazione per il percorso di validazione in deroga INAIL 
4.     Cosa fare se sono in possesso di un DPI non conforme e non validato?
4.1.  Indicazioni utili per la validazione in deroga dei DPI 
5.     Prodotto certificato ai sensi della Raccomandazione (UE) 2020/403 della Commissione

SCARICA IL DOCUMENTO

Fonte:Confindustria Umbria

Valutazione del Rischio Covid-19

VAI ALLA VALUTAZIONE DEL RISCHIO COVID-19 DA ALLEGARE AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI AZIENDALE