AUTODICHIARAZIONE IN CASO DI ENTRATA IN ITALIA DALL’ESTERO

Faq e Modello di autocertificazione dal Ministero in caso di rientro dall'estero durante l'emergenza Covid-19

e regole per i viaggi sono diverse a seconda dello Stato di provenienza o destinazione e delle motivazioni degli spostamenti.

Il 13 ottobre 2020 è stato varato un nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che proroga al 13 novembre 2020 le misure precauzionali minime per contrastare e contenere il diffondersi del COVID-19 che in parte riprende e in parte modifica la disciplina in tema di spostamenti da/per l’estero già contenuta nei precedenti DPCM e nelle Ordinanze adottate dal Ministro della Salute.

Anche il DPCM 13 ottobre 2020 nell'Allegato 20 individua sei gruppi di Paesi, per i quali sono previste differenti limitazioni. 

Gruppo A - Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano

Gruppo B - PAESI UE (tranne quelli che sono indicati negli elenchi C e D), SCHENGEN, Andorra, Principato di Monaco.

Gruppo C - Belgio, Francia, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Spagna, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord

Gruppo D - Australia, Canada, Georgia, Giappone, Nuova Zelanda, Romania, Ruanda, Repubblica di Corea, Tailandia, Tunisia, Uruguay

Gruppo E - Resto del mondo

Gruppo F - Armenia, Bahrein, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana, Kosovo, Montenegro, Colombia

Limitate eccezioni ai divieti e l’autorizzazione del Ministero della Salute
Chi può entrare in Italia in deroga ai divieti e come richiedere l’autorizzazione al Ministero della salute per l’esenzione all’obbligo di quarantena per ragioni non differibili

Quando NON  è permesso l'ingresso in Italia
Casi positivi, presenza di sintomi rilevanti per COVID-19 e contatto stretto 

Raccomandazioni e misure di sanità pubblica per chi entra in Italia
Cosa fare se compaiono sintomi compatibili con COVID-19 mentre si è in Italia e le principali misure di prevenzione per proteggere se stessi e gli altri

AUTODICHIARAZIONE IN CASO DI ENTRATA IN ITALIA DALL’ESTERO: (MODELLO IN AGGIORNAMENTO)

EMERGENZA Covid-19 – Indicazioni per gli spostamenti da e per l’estero

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato, il 7 ottobre 2020, la proroga dello stato di emergenza sul territorio nazionale fino al 31 gennaio 2021, in conseguenza del rischio sanitario connesso alla diffusione di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili, con particolare riferimento al nuovo coronavirus SARS-CoV-2 e alla patologia ad esso associata, COVID-19.

Il 13 ottobre 2020, è stato varato un nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM), in vigore dal 14 ottobre al 13 novembre 2020, che in parte riprende e in parte modifica la disciplina in tema di spostamenti da/per l’estero già contenuta nei precedenti DPCM e nelle Ordinanze adottate dal Ministro della Salute.

Possono ancora essere disposte limitazioni per specifiche aree del territorio nazionale o specifiche limitazioni in relazione alla provenienza da specifici Stati e territori esteri.

Singole Regioni potrebbero imporre a chi proviene da alcuni Stati o territori esteri il rispetto di particolari obblighi. Prima di partire per rientrare in Italia, si raccomanda di verificare eventuali disposizioni aggiuntive da parte delle Regioni di destinazione, contattandole direttamente o visitandone i rispettivi siti web (clicca qui).

Clicca qui per consultare la normativa vigente.

E’ disponibile un questionario per chi è in partenza per l’estero o deve rientrare in Italia, basato sulla normativa italiana attualmente in vigore. Il questionario ha carattere meramente informativo, non ha valore legale e il risultato ottenuto non garantisce l’ingresso in Italia né nel Paese di destinazione.

In caso di dubbi, per il rientro in Italia si raccomanda di contattare la Polizia di Frontiera, la Prefettura o l’Azienda Sanitaria competente per territorio. Per spostamenti dall’Italia all’estero, si raccomanda di consultare la Scheda Paese di interesse su ViaggiareSicuri e di prendere contatto anche con l’Ambasciata o il Consolato del Paese di interesse in Italia.

l questionario ha il solo scopo di fornire informazioni di carattere generale in merito alla normativa vigente in Italia in materia di spostamenti da/per l’estero.
Le informazioni fornite tramite le risposte alle domande non vengono in nessun caso conservate dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Il questionario è completamente anonimo.
Il risultato del questionario non garantisce l’ingresso nel Paese, che è rimesso alla valutazione degli ufficiali preposti ai controlli di frontiera (Ministero dell’Interno). Il questionario non ha valore legale. Si raccomanda di consultare attentamente la normativa vigente, prima di mettersi in viaggio, e, in caso di dubbi, di contattare la Polizia di Frontiera, la Prefettura o il Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria competente per territorio.


VAI AL QUESTIONARIO ONLINE