Sicurezza in Excel

Fogli di calcolo utili alla gestione e valutazione della sicurezza sul lavoro realizzati in formato excel.

Dettagli

movarisch
in Excel

Foglio di Calcolo in Excel per valutare il rischio chimico per la sicurezza mediante metodologia MoVaRisCh
Dettagli

Supporto didattici lotta antincendio e gestione emergenze

Corsi di prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione emergenze, di cui al D.L.vo 81/2008

Pubblichiamo le dispense dei VVF aggiornate al 2009

Il fascicolo è distinto in cinque diverse sezioni
Indice generale, programmi dei corsi e introduzione
da pag. 3 a pag. 9
L’incendio e la prevenzione incendi
da pag. 10 a pag. 47
La protezione antincendio
da pag. 48 a pag. 75
Procedure da adottare in caso di incendio
da pag. 76 a pag. 111
Esercitazioni pratiche
da pag 112 a pag. 124

CONTENUTI MINIMI DEI CORSI DI FORMAZIONE

I contenuti minimi e la durata dei corsi di formazione sono riportati nell¿allegato IX del Decreto del Ministero dell¿Interno 10.03.1998

Classificazione delle attività:

1) Attività a rischio di incendio elevato (modulo di n°. 16 ore)

Rientrano in tale categoria di attività i luoghi di lavoro che presentano un livello di rischio di incendio più elevato, a causa del quantitativo e della natura delle sostanze in lavorazione o in deposito, che in caso di incendio possono determinare danni gravi alle persone, dell'elevato numero delle persone presenti, della permanenza di persone impedite nella loro mobilità, nonché a causa della conformazione degli ambienti di lavoro tale da comportare difficoltà in caso di evacuazione.

A titolo esemplificativo e non esaustivo si riporta un elenco di attività da considerare a rischio di incendio elevato:

-attività a rischio di incidente rilevante;

-fabbriche e depositi di esplosivi;

-centrali termoelettriche;

-impianti di estrazione di oli minerali e gas combustibili;

-impianti e laboratori nucleari;

-depositi al chiuso di materiali combustibili aventi superficie superiore a 20.000 mq.;

-attività commerciali ed espositive con superficie aperta al pubblico superiore a 10.000 mq.;

-scali aeroportuali, stazioni ferroviarie con superficie, al chiuso, aperta al pubblico, sup. a 5.000 mq, metropolitane;

-alberghi con oltre 200 posti letto;

-ospedali, case di cura e case di ricovero per anziani;

-scuole di ogni ordine e grado con oltre 1000 persone presenti;

-uffici con oltre 1000 dipendenti;

-cantieri temporanei o mobili in sotterraneo per la costruzione, manutenzione e riparazione di gallerie, caverne, pozzi ed opere simili di lunghezza superiore a 50 m;

-cantieri temporanei o mobili ove si impiegano esplosivi.

2) Attività a rischio di incendio medio ( modulo di n°. 8 ore)

Rientrano in tale categoria di attività i luoghi di lavoro compresi nell'allegato I al D.P.R. 01 agosto 2011 n. 151, con esclusione delle attività di cui al precedente punto 1.

3) Attività a rischio di incendio basso (modulo di n°. 4 ore)

Rientrano in tale categoria le attività non ricomprese nei precedenti punti 1 e 2, per le quali si può ritenere che i fattori di rischio, che possono determinare l'insorgere di un incendio e le conseguenze, siano limitati.(PortaleConsulenti)

» Corsi di prevenzione incendi, lotta antincendio_4

» Corsi di prevenzione incendi, lotta antincendio_3

» Corsi di prevenzione incendi, lotta antincendio_2


» Corsi di prevenzione incendi, lotta antincendio_1