Parametri microclimatici Indor

ISS: Parametri microclimatici e inquinamento indoor


Il documento riporta un inquadramento dei parametri termo-igrometrici e i componenti/elementi del sistema edilizio di cui tener conto nel monitoraggio dell’aria indoor e una sintesi delle relative influenze sugli inquinanti chimici e biologici. 

Inoltre, viene riportato in Appendice uno schema esemplificativo di organismo edilizio con un
elenco non esaustivo di informazioni da prendere in considerazione per programmare il monitoraggio, o da registrare durante il monitoraggio di un ambiente confinato.


In riferimento e in sintonia con gli altri documenti già pubblicati dal Gruppo di Studio
Nazionale Inquinamento Indoor (GdS) si rammenta che attualmente in Italia non è stata
elaborata una specifica regolamentazione legislativa sugli aspetti dell’inquinamento dell’aria per gli ambienti indoor (scuole, uffici, abitazioni, mezzi di trasporto, ecc.). Di fatto per detti
ambienti si fa riferimento a linee guida o valori di riferimento elaborati dall’Organizzazione
Mondiale della Sanità (OMS) e per alcuni inquinanti si fa riferimento a normative di altri Paesi
europei, alla letteratura scientifica o ad altri standard quali, ad esempio, quelli relativi all’aria
ambiente. Al fine di colmare tale lacuna fu istituito nel 2010 presso l’ISS il GdS composto da
esperti dello stesso ISS, dei Ministeri Salute e Istruzione Università e Ricerca (MIUR), di altri
Enti e Istituti di Ricerca, di Università e di Regioni. Il GdS nell’ambito dei suoi lavori, ha
attivato “gruppi ad hoc” che affrontano ed elaborano documenti su specifiche tematiche,
condivise nel gruppo allargato e che costituiscono la base per la redazione di rapporti tecnici
(Rapporti ISTISAN) sulla problematica indoor. A detti gruppi vengono invitati a partecipare di
volta in volta anche altri esperti competenti e interessati a contribuire su specifici e peculiari
aspetti. Ad oggi il GdS ha elaborato e pubblicato i seguenti documenti:


‒ “Strategie di monitoraggio dei composti organici volatili (COV) in ambiente indoor”.
(Rapporti ISTISAN 13/4);
‒ “Strategie di monitoraggio dell’inquinamento di origine biologica dell’aria in ambiente
indoor” (Rapporti ISTISAN 13/37);
‒ “Workshop. Problematiche relative all’inquinamento indoor: attuale situazione in Italia.
Istituto Superiore di Sanità. Roma, 25 giugno 2012. Atti” (Rapporti ISTISAN 13/39);
‒ “Workshop. Problematiche relative all’inquinamento indoor: attuale situazione in Italia.
Istituto Superiore di Sanità. Roma, 28 maggio 2014. Atti” (Rapporti ISTISAN 15/4);
‒ Strategia di monitoraggio per determinare la concentrazione di fibre d’amianto e fibre
artificiali vetrose aerodisperse in ambiente indoor”. (Rapporti ISTISAN 15/5);


Nell’ambito delle attività del GdS è emersa anche la necessità di uniformare l’inquadramento
dell’ambiente indoor in termini di parametri termo-igrometrici e di componenti/elementi
dell’involucro edilizio che possono influire sugli inquinanti indoor. Ciò sia per una più
circostanziata interpretazione/valutazione di risultati di monitoraggio dell’inquinamento indoor sia per eventuali misure di screening finalizzate alla scelta delle strategie di indagine. A tal fine è stato attivato un “gruppo ad hoc” per l’elaborazione di uno specifico documento su tale aspetti.
Il presente documento riporta un inquadramento dei parametri termo-igrometrici e dei
componenti/elementi dell’involucro edilizio di cui tener conto nel monitoraggio dell’aria
indoor; e un accenno all’ influenza dei parametri microclimatici sugli inquinanti chimici e
biologici. Infine viene riportata in una appendice un elenco non esaustivo, di informazioni, da
registrare prima od in fase di monitoraggio, per un inquadramento più circostanziato dello stato del luogo di misura (ambiente confinato) come facente parte di un organismo edilizio.

SCARICA IL DOCUMENTO DIRETTAMENTE DALLA FONTE UFFICIALE

CALCOLO DEL CONFORT MICROCLIMATICO IN EXCEL

Abbiamo realizzato un semplice applicativo in excel per valutare il rischio microclima in ambienti moderati con il calcolo degli indici PMV e PPD dedotti dal modello di Fanger
Maggiori Info

Sicurezza in Excel

Fogli di calcolo utili alla gestione e valutazione della sicurezza sul lavoro realizzati in formato excel.

Dettagli

tutto dvr


AREA DI CONSULENZA ONLINE "TUTTO DVR"
Il servizio offerto prevede un canone in abbonamento per l'accesso all'area consulenza online D.V.R,nell'arco temporale di 12 mesi dove poter scaricare i modelli di Documenti valutazione dei rischi che metteremo a disposizione.
Non è previsto, al termine dei 12 mesi, alcun rinnovo automatico del servizio

AD OGGI SONO PRESENTI 98 D.V.R IN WORD ART.28 !! + 82 D.V.R IN WORD PROCEDURE STANDARDIZZATE ART.29 COMMA 5

Dettagli...

movarisch
in Excel

Foglio di Calcolo in Excel per valutare il rischio chimico per la sicurezza mediante metodologia MoVaRisCh
Dettagli