D.V.R-DOCUMENTO VALUTAZIONE DEI RISCHI, PROCEDURE STANDARDIZZATE PER AZIENDE SOTTO I 10 DIPENDENTI.

 

Con il Decreto Interministeriale deI 30 novembre 2012 sono state recepite le procedure standardizzate di effettuazione della valutazione dei rischi di cui all’art.29, comma 5, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n.81 e s.m.i., ai sensi dell’art.6, comma 8, lettera f), del medesimo decreto legislativo.

Il documento, approvato dalla Commissione consultiva, individua il modello di riferimento per l’effettuazione della valutazione dei rischi da parte dei datori di lavoro, di cui all’art. 29, comma 5, del D.lgs. n.81/2008, al fine di individuare le adeguate misure di prevenzione e di protezione ed elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza.

Le procedure standard per la stesura del Documento di Valutazione dei Rischi sono state individuate dal decreto interministeriale del 30 novembre 2012, in attuazione delle disposizioni previste dal Testo Unico salute e sicurezza sul lavoro. Il documento, approvato dalla Commissione consultiva, individua il modello di riferimento per l'effettuazione della valutazione dei rischi da parte dei datori di lavoro, al fine di individuare le adeguate misure di prevenzione e di protezione ed elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza.
 

Il documento valutazione dei rischi realizzato mediante le procedure standardizzate sostituisce l'autocertificazione che al  30/06/2013 deve essere sostituito ALMENO con un DOCUMENTO VALUTAZIONE DEI RISCHI REDATTO SECONDO QUANTO PREVISTO DALLE PROCEDURE STANDARDIZZATE.

Effettuare la valutazione sulla base delle procedure standardizzate è responsabilità del datore di lavoro che coinvolgerà i soggetti riportati nello schema seguente, in conformità a quanto previsto dal Titolo I, capo III del D.lgs 81/08 s.m.i. e in relazione all'attività e alla struttura aziendale.

COSA PUO' ACCADERE SE NON SI REDIGE IL D.V.R?

Ecco la risposta:

per omessa redazione del DVR: arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da Euro 2.500 a Euro 6.400.
La pena è aumentata a 4/8 mesi nelle aziende a rischio di incidente rilevante e con l`esposizione a rischi biologici, cancerogeni/mutageni, atmosfere esplosive

per incompleta redazione del DVR con omessa indicazione delle misure ritenute opportune al fine di garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza, misure di prevenzione e protezione, procedure sulle misure da adottare e distribuzione dei compiti e delle responsabilità: ammenda da Euro 2.000 a Euro 4.000

per incompleta redazione del DVR con omessa indicazione sulla relazione della valutazione di tutti i rischi, l`individuazione delle mansioni che espongono i lavoratori a rischi specifici o richiedono riconosciuta capacità professionale, specifica esperienza ed adeguata formazione: ammenda da Euro 1.000 a Euro 2.000

Sanzioni aumentate del 30%

Cosa sono le procedure standardizzate?
Sono il modello di riferimento sulla base del quale il datore di lavoro deve effettuare la valutazione dei  rischi aziendali e il suo aggiornamento, al fine di individuare le adeguate misure di prevenzione e di protezione ed elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza.
In sintesi, le fasi del processo sono le seguenti:
1) descrizione dell’azienda, del ciclo lavorativo e delle mansioni;
2) identificazione dei pericoli presenti in azienda;
3) valutazione dei rischi associati ai pericoli identificati e individuazione delle misure di prevenzione e protezione attuate;
4) definizione del programma di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza.

Chi deve o può utilizzare le procedure standardizzate?
Ai sensi dell’art. 29 comma 5 del D. Lgs. 81/08, i datori di lavoro di attività che impiegano fino a 10 lavoratori (ad esclusione delle attività svolte  nei casi previsti dall’articolo 31,c.6) effettuano la valutazione dei rischi secondo le Procedure Standardizzate.
i datori di lavoro per aziende fino a 50 lavoratori possono effettuare la valutazione dei rischi secondo le Procedure Standardizzate.
Quali sono i vantaggi delle Procedure Standardizzate?
Vantaggi
In breve, la redazione del DVR secondo le procedure standardizzate consente di:
• operare in maniera semplice e guidata
• essere certi di aver considerato tutti i rischi
• utilizzare un metodo oggettivo di valutazione
• mettersi al riparo da contestazioni da parte di un eventuale ispettore
• operare in maniera più veloce rispetto alla modalità classica

ORA LA NOSTRA PROPOSTA!!

Lo schema utilizzato è conforme a quanto indicato nello schema approvato e quindi assolutamente conforme in caso di verifiche e controlli ispettivi.

IL "D.V.R PROCEDURE STANDARDIZZATE" SI ADATTA A TUTTE LE AZIENDE, INDIPENDENTEMENTE DAL CODICE ATECO O ATTIVITA', ED E' CORRISPONDENTE ALLA PROCEDURA STANDARDIZZATA RECENTEMENTE APPROVATA.

 

Il  documento che crea con il nostro applicativo in excel , redatto ai sensi dell' artt. 6, comma 8, lettera f) e dell'art. 29 comma 5 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e successive modifiche introdotte dal D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106 , ha lo scopo di effettuare la valutazione, tramite le procedure standardizzate di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori presenti nell’ambito dell’organizzazione in cui essi prestano la propria attività, finalizzata ad individuare le adeguate misure di prevenzione e di protezione e ad elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza.

Documento di valutazione dei rischi elaborato ai sensi dell'Articolo 29, comma 6 del D.Lgs 81/2008 e s.m.i, secondo le disposizioni del documento approvato dalla commissione permanente in data 16 Maggio 2012, approvate in via definitiva il  25/10/2012,sulla base delle procedure standardizzate che assolvono alle disposizioni di cui agli articoli 17,28,29 del D.Lgs 81/2008 e s.m.i.

Possiamo fornirvi a titolo di consulenza online il modello di Documento di valutazione dei rischi per aziende sotto i 10 dipendenti editabile in Excel

 

STRUTTURA DEL D.V.R PROCEDURE STANDARDIZZATE

  • COPERTINA DEL D.V.R STANDARDIZZATO 

  • CAMPO DI APPLICAZIONE DEL D.V.R STANDARDIZZATO 

  • COMPITI E RESPONSABILITA' 

  • SCHEMA DELLA PROCEDURA STANDARDIZZATA PRESENTE NEL D.V.R 

  • MOD 1.1DATI GENERALI DELL'AZIENDA 

  • ALLEGATO AL MOD 1.1 ORGANIGRAMMA DELLA SICUREZZA AZIENDALE 

  • ALLEGATO AL MOD. 1.1 PLANIMETRIE E LAYOUT 

  • MOD 2 INDIVIDUAZIONE DEI PERICOLI 

  • MOD 3 INDIVIDUAZIONE DEI PERICOLI E PIANO DI MIGLIORAMENTO

 

SCHEMA DELLA PROCEDURA STANDARDIZZATA
  • Descrizione generale dell'azienda
  • Descrizione delle lavorazioni aziendali
  • lndividuazione dei pericoli presenti in azienda
  • Identificazione delle mansioni ricoperte dalle persone esposte e degli ambienti di lavoro interessati in relazione ai pericoli individuati
  • lndividuazione di strumenti informativi di supporto per l'effettuazione della valutazione dei rischi (registro infortuni, profili di rischio, banche dati su fattori di rischio indici infortunistici, liste di controllo, ecc.).
  • Effettuazione della valutazione dei rischi per tutti i pericoli individuati
  • Individuazione delle adeguate misure di prevenzione e protezione
  • Indicazione delle misure di prevenzione e protezione attuate
  • lndividuazione delle misure per garantire il programma di miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza
  • lndividuazione delle procedure per la attuazione delle misure

 

IL SERVIZIO "D.V.R PROCEDURE STANDARDIZZATE" E' ORA COMPRESO NEI SERVIZIO "BASE" DVR SPECIFICI E "TUTTO DVR"

Seleziona un D.v.r da quelli presenti nell'elenco dei Documenti di valutazione dei rischi che trovi cliccando QUI e potrai richiedere il nostro servizio base online che ti permette di avere UN MODELLO DI D.V.R EDITABILE IN WORD specifico all'attivita' richiesta e conforme anche ad aziende con piu' di 10 dipendenti, un modello di  D.U.V.R.I STANDARD EDITABILE IN WORD, un modello di PIANO EMERGENZA ED EVACUAZIONE EDITABILE IN WORD,e ora anche il UN MODELLO DI D.V.R EDITABILE IN WORD MEDIANTE PROCEDURE STANDARDIZZATE.


NEL SERVIZIO "DVR BASE" E' COMPRESO, OLTRE AL MODELLO DI DOCUMENTO VALUTAZIONE DEI RISCHI,D.VR CON LE FASI E ATTREZZATURE, UN MODELLO EDITABILE IN WORD PRECOMPILATO DI UN PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE E LA VALUTAZIONE IN EXCEL STRESS LAVORO CORRELATO CON METODO OGGETTIVO SECONDO IL METODO EX ISPESL-INAIL E UN MODELLO STANDARD DI D.U.V.R.I (DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI) + D.V.R PER AZIENDE SOTTO I 10 DIPENDENTI SECONDO LE RECENTI PROCEDURE STANDARDIZZATE.

SCOPRI COME RICHIEDERCI TUTTO QUESTO!!
 
 

 

 

 
Servizi di consulenza  in materia di prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro offerti dallo studio del Geom.Benni Paolo partita iva 02994131205  www.testo-unico-sicurezza.com
P.o.s D.u.v.r.i P.s.c Pi.m.u.s D.v.r tutti aggiornati al decreto 81/2008 e s.m editabili in word.