Delega Sicurezza al Capocantiere

Modello di delega

DELEGA
 
 il sig. ___________in qualità di Capo Cantiere, al quale vengono conferiti dall’impresa i seguenti poteri:
 
1.     assumere la qualifica di Capo Cantiere con delega per la sicurezza presso il Cantiere_______________________________;
2.     utilizzare direttamente i mezzi finanziari idonei all’espletamento dei compiti individuati negli altri punti della presente delega nella somma annuale messa a disposizione di € _________, integrabile all’occorrenza su richiesta motivata del delegato per l’acquisto di presidi e strumenti antinfortunistici, e per gli interventi necessari per rendere conforme alle normative vigenti l’ambiente di lavoro;
3.     attuare - ai sensi delle vigenti disposizioni sulla sicurezza e salute dei lavoratori, nell’ambito delle attribuzioni e competenze prescritte per il cantiere di competenza - le misure di prevenzione e protezione, i programmi e gli altri adempimenti definiti in base al Piano di Sicurezza e Coordinamento; adottare quindi, caso per caso e nei limiti dell’autonomia conferita, tutte le conseguenti iniziative richieste in rapporto alle varie lavorazioni;
4.     curare la regolare tenuta del Piano Operativo di Sicurezza di "NOME DITTA", ed allegati, specifico del cantiere di competenza;
5.     rendere edotti i lavoratori dipendenti dei rischi specifici a cui essi sono esposti – con specifico riguardo al cantiere in cui gli stessi operano e alle lavorazioni di competenza - portando a loro conoscenza i modi di prevenire i danni che potrebbero derivare dai rischi stessi;
6.     curare la diffusione, al personale dipendente e nel cantiere, delle norme di prevenzione e protezione, e dei relativi regolamenti, disposizioni e istruzioni comportamentali, garantendo le necessarie e conseguenti notifiche a ciascun lavoratore interessato, e la relativa registrazione e conservazione agli atti del cantiere;
7.     assicurare che, in caso di pericolo grave ed immediato per la salute e la sicurezza dei lavoratori, siano attuati i programmi di intervento e presi i provvedimenti necessari affinché i lavoratori stessi cessino la loro attività e/o prendano le possibili adeguate misure atte ad evitare le conseguenze di tale pericolo, informandone al più presto i lavoratori esposti;
8.     assicura l’adozione di misure appropriate affinché soltanto i lavoratori che hanno ricevuto adeguata istruzione accedano a zone che li espongono ad un rischio grave e specifico;
9.     segnalare - al datore di lavoro, al dirigente di supervisione cantieri sovraordinato, e/o al Responsabile del Servizio di prevenzione e protezione - le constatate esigenze di formazione, informazione e addestramento per i propri dipendenti in materia di sicurezza e salute; curare l’invio dei dipendenti stessi alle attività di formazione, informazione e addestramento, prescritte o comunque ritenute necessarie; curare lo svolgimento diretto delle attività di formazione, informazione e addestramento di competenza del cantiere; garantire la registrazione e conservazione agli atti del cantiere delle attività svolte per ciascun lavoratore;
10. acquisire i necessari ed idonei Dispositivi di Protezione Individuale; curare la distribuzione dei DPI in dotazione ai lavoratori dipendenti; curare altresì che i lavoratori stessi li utilizzino essendo stati adeguatamente formati e informati, e se necessario addestrati e abilitati;
11. curare, nell’ambito delle proprie attribuzioni e competenze: l’acquisizione e la corretta manutenzione delle attrezzature da lavoro in uso e in dotazione al cantiere; l’attuazione delle altre misure e attività necessarie per ridurre al minimo i rischi connessi all’uso delle attrezzature stesse; la programmazione e/o l’attuazione degli altri interventi necessari per l’adeguamento delle attrezzature stesse, nonché delle infrastrutture e dei luoghi di lavoro, alle vigenti disposizioni in materia di sicurezza e salute dei lavoratori;
12. curare la regolare tenuta della segnaletica di sicurezza presente nei luoghi di lavoro del cantiere di competenza;
13. curare, nell’ambito delle proprie attribuzioni e competenze, la corretta applicazione delle normative, prescrizioni e procedure in materia di prevenzione incendi, antincendio e gestione delle emergenze; gestire, nell’ambito delle proprie attribuzioni e competenze, le emergenze al loro verificarsi; in ogni caso, ove venga informato dai lavoratori, o venga comunque a conoscenza di un pericolo grave che richieda atti immediati e non dilazionabili, assumerli, segnalando nel più breve tempo possibile la situazione al datore di lavoro e/o al dirigente di supervisione cantieri sovraordinato;
14. attuare le misure necessarie e prescritte per evitare o ridurre i rischi dei lavoratori in materia di movimentazione manuale dei carichi, rumore, vibrazioni, di uso di attrezzature munite di videoterminali, nonché di agenti cancerogeni, mutageni, chimici, fisici e biologici;
15. garantire, nell’ambito delle proprie attribuzioni e competenze, l’effettuazione delle verifiche e dei controlli per l’accertamento dello stato di sicurezza degli impianti, installazioni, attrezzature e dispositivi, nei casi previsti;
16. acquisire, anche su segnalazione dei lavoratori dipendenti, tutte le informazioni utili per l’adozione di ulteriori o nuovi dispositivi, mezzi o altre misure di prevenzione e protezione, o comunque per una diversa valutazione dei rischi presenti in rapporto alle attività e ai luoghi di lavoro del cantiere di competenza, oppure per una nuova valutazione di rischi sopravvenuti; adottare quindi, nell’ambito delle proprie attribuzioni e competenze, eventuali conseguenti misure, ove necessario per fare fronte ad immediate condizioni di rischio; in ogni caso segnalare tempestivamente e formalmente - al datore di lavoro, dirigente di supervisione cantieri sovraordinato, e/o al Responsabile del Servizio di prevenzione e protezione - tali rischi, nonché ogni altra carenza a cui non può sopperire con i mezzi, i poteri e le risorse ad esso attribuite;
17. garantire l’invio del personale dipendente alle visite di sorveglianza sanitaria nei termini prescritti;
18. disporre ed esigere che i lavoratori dipendenti osservino la normativa vigente in materia di sicurezza e salute dei lavoratori, e le conseguenti misure di prevenzione e protezione adottate in rapporto ai rischi valutati; attivare - in caso di inosservanza - le procedure disciplinari previste dal vigente contratto collettivo;
19. ove si verifichino infortuni sul lavoro e malattie professionali, curare gli adempimenti da effettuare in applicazione della vigente normativa generale e speciale, e delle disposizioni aziendali in materia.
20. curare gli adempimenti - ad esso attribuiti dalle normative vigenti, dalle disposizioni aziendali, dal Piano di Sicurezza e Coordinamento, nonché dal datore di lavoro, dal dirigente di supervisione cantieri sovraordinato, e/o dal Coordinatore di Sicurezza in fase di Esecuzione - in materia di attività di cooperazione e coordinamento con le altre imprese operanti in relazione all’ambito di competenza del cantiere, per la tutela dei rispettivi lavoratori dai rischi dovuti alle interferenze fra le lavorazioni;
21. ove da esso dipendano unità di livello inferiore (es.: squadre) vigilare sulla corretta attuazione, da parte dei relativi titolari (es.: capi squadra), sul corretto adempimento dei loro compiti in materia di sicurezza e salute dei lavoratori appartenenti alle unità di livello inferiore;
22. se è preposto personalmente - per competenza, per disposizioni impartite o di propria iniziativa - all’effettuazione di un determinato lavoro o servizio, sovraintendere direttamente all’esecuzione dello stesso, accertando che i lavoratori ad esso addetti conoscano le necessarie misure di prevenzione e protezione, verificando l’efficienza delle attrezzature da lavoro e dei dispositivi di protezione individuale e collettiva da utilizzare, sorvegliandone il corretto uso, e comunque vigilando sulla effettiva osservanza, da parte degli stessi lavoratori, di tutte le misure adottate e le prescrizioni impartite.
23. comunicare i dati per la predisposizione delle comunicazioni e per la richiesta di autorizzazioni, concessioni e licenze in materia ambientale alle Autorità Pubbliche centrali e periferiche ed agli Enti Locali;
24. svolgere funzioni di supporto nei rapporti con gli organi di controllo e tutela ambientale;
25. effettuare la valutazione tecnica dei materiali di risulta tolti d’opera (cernita), ripartendoli tra riutilizzabili tal quali (non rifiuto) e fuori uso (rifiuto); classificare questi ultimi, qualificandoli e individuandone il codice CER di appartenenza;
26. curare l’accantonamento dei rifiuti in spazi idonei, secondo le disposizioni della normativa vigente; verificare che i tempi di stoccaggio dei rifiuti non determinino il superamento dei limiti temporali/di quantità previsti per il deposito temporaneo;
27. curare la regolare tenuta dei registri di carico e scarico dei rifiuti prodotti ed avviati a smaltimento/recupero;
28. redigere (in alternativa al trasportatore) il formulario di identificazione dei rifiuti avviati a smaltimento/recupero; curare la tenuta della quarta copia dello stesso a controprova dell’avvenuto corretto avvio a smaltimento/recupero; attivarsi ed effettuare nei termini previsti dalla legge la comunicazione alla Provincia (o alla Regione in caso di spedizione transfrontaliera) nel caso sia decorso inutilmente il termine previsto per la restituzione della quarta copia del formulario.
 
Il datore di lavoro
                                                                                     
 
_____________________
Per accettazione
 
Il delegato Capo Cantiere
 
_______________________
 

PIANO OPERATIVO SICUREZZA


P.O.S (Piano operativo di sicurezza) Editabile in wor comprensivo di schede fasi lavorative ed attrezzature

Dettagli...

PIMUS


PI.M.U.S (Piano di montaggio uso e smontaggio ponteggi ) Editabile in word

Dettagli...

PSC

P.S.C e FASCICOLO DELL'OPERA Editabile in word comprensivo di schede fasi lavorative ed attrezzature

Dettagli...

POS+PIMUS+DVR+PSC+PSS

UNA CONSULENZA COMPLETA PER IL SETTORE EDILE CHE VI SEMPLIFICHERA' LA VOSTRA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN AZIENDA E NEI CANTIERI.

POS+PIMUS+DUVRI+PSC+FASCICOLO+DVR EDILIZIA TUTTO IN WORD IN UN UNICA RACCOLTA

Tutto edilizia comprende il Dvr settore edile, il Pos, il psc, Il Fascicolo, Il Duvri, il Pss e il Pimus ad un prezzo che ti permette un risparmio del 50% sulla richiesta di ogni singolo "pacchetto" richiesto singolarmente.

Sono compresi a titolo di consulenza anche eventuali aggiornamenti sulla documentazione richiesta che sarà a vostra disposizione online per 12 MESI .


Dettagli...