CANCELLATE SEMPLIFICAZIONI PER I CANTIERI TEMPORANEI

Con la Legge Europea 2014, in discussione alla Camera, viene cancellato uno degli snellimenti normativi previsti dal decreto del fare per i cantieri di durata inferiore a 10 giorni:


in particolare, l’articolo 14 del disegno di legge, estende il campo di applicazione delle misure per la salute e sicurezza sui luoghi di lavoro previste dal decreto legislativo n. 81/2008 anche ai lavori edili o di ingegneria civile che si svolgono all’interno di cantieri temporanei o mobili.

L’attuale disciplina nazionale prevede infatti che tali misure non vengono applicate a questo tipo di cantieri, con durata dei lavori inferiore ai 10 giorni.


Più nel dettaglio, con la modifica dell’articolo 88, comma 2, lettera g-bis), del D.lgs. 81/2008, si prevede che quanto disposto in materia di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori nei cantieri temporanei o mobili, si applichi anche ai cantieri temporanei o mobili in cui si svolgono lavori edili o di ingegneria civile di durata inferiore ai 10 giorni, con esclusione dei soli lavori relativi a impianti elettrici, reti informatiche, gas, acqua, condizionamento e riscaldamento che non comportino lavori edili o di ingegneria civile.


In pratica, dall’esenzione dall’applicazione delle misure di sicurezza i piccoli cantieri di durata inferiore ai dieci giorni, così rientrano di nuovo nel contesto generale di applicazione delle norme di sicurezza per i cantieri temporanei e mobili.


La norma è stata prevista per rispondere a una procedura di infrazione aperta dalla Commissione Ue sull’applicazione delle direttive europee (Caso Eu Pilot 6155/14/EMPL).

Il Consiglio dei Ministri ha approvato in via definitiva il 3 marzo 2015 il disegno di legge europea 2014. Con l'approvazione del provvedimento, ha spiegato il Sottosegretario Gozi, che in quanto delegato alla materia ha illustrato il testo in Consiglio, "il governo rinnova il suo impegno per abbattere il numero di procedure di infrazione con l'Unione Europea. Si tratta di una questione indicata fin da subito come priorità dal Governo e che in questo primo anno ha già prodotto un risultato estremamente positivo, con la riduzione del 25% delle procedure, passate da 121 a 91 casi".

Il provvedimento chiude 11 procedure d'infrazione e 7 Casi EU pilot, prevede il recepimento di una direttiva che scade nel 2016 e attua 2 decisioni del Parlamento europeo e del Consiglio UE.

Viene esteso il campo di applicazione delle misure per la salute e sicurezza sui luoghi di lavoro previste dal decreto legislativo n. 81/2008 anche ai lavori edili o di ingegneria civile che si svolgono all’interno di cantieri temporanei o mobili. (Caso EU Pilot 6155/14/EMPL)

Fonte Aniem e Politiche europee

Aggiungo.... Per fortuna che noi coordinatori a questa semplificazione non ci avevamo mai creduto ;-)

PIANO OPERATIVO SICUREZZA


P.O.S (Piano operativo di sicurezza) Editabile in wor comprensivo di schede fasi lavorative ed attrezzature

Dettagli...

PSC


P.S.C e FASCICOLO DELL'OPERA Editabile in word comprensivo di schede fasi lavorative ed attrezzature

Dettagli...

POS+PIMUS+DVR+PSC+PSS


UNA CONSULENZA COMPLETA PER IL SETTORE EDILE CHE VI SEMPLIFICHERA' LA VOSTRA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN AZIENDA E NEI CANTIERI.

POS+PIMUS+DUVRI+PSC+FASCICOLO+DVR EDILIZIA TUTTO IN WORD IN UN UNICA RACCOLTA

Tutto edilizia comprende il Dvr settore edile, il Pos, il psc, Il Fascicolo, Il Duvri, il Pss e il Pimus ad un prezzo che ti permette un risparmio del 50% sulla richiesta di ogni singolo "pacchetto" richiesto singolarmente.

Sono compresi a titolo di consulenza anche eventuali aggiornamenti sulla documentazione richiesta che sarà a vostra disposizione online per 12 MESI .
Dettagli...